Michael Vaughn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Vaughn
Alias vaughn s1.png
Universo Alias
Autore J. J. Abrams
1ª app. in La verità
Ultima app. in Tutto il tempo del mondo
Interpretato da Michael Vartan
Voce italiana Tony Sansone
Specie umana
Sesso maschile
Data di nascita 27 novembre 1968
Professione Spia
Affiliazione
Parenti
  • Lauren Reed (ex moglie)
  • Sydney Bristow (moglie)
  • William "Bill" Vaughn (padre)
  • Isabelle Vaughn (figlia)
  • Jack Vaughn (figlio)

Michael Vaughn è un personaggio immaginario della serie televisiva Alias. È interpretato da Michael Vartan.

Vaughn lavora per la CIA ed è il supervisore delle missioni sotto copertura di Sydney Bristow (interpretata dall'attrice Jennifer Garner). Lavorando insieme il loro rapporto si stringe tanto da innamorarsi l'uno dell'altra. Durante vari episodi, Vaughn dimostra di saper parlare spagnolo, francese, italiano ed altre lingue.

Durante le prime tre stagioni, il suo nome in codice CIA era "Boyscout". Nella quarta, diventa "Shotgun".

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Michael Vaughn nasce a Fleury, in Normandia, Francia, il 27 novembre 1968 da William Vaughn, un agente della CIA, nella quale Michael entrerà nel 1994. La carriera di Vaughn nella CIA comincia quando diventa supervisore di Sydney Bristow, una doppiogiochista al servizio della CIA contro l'SD-6, un'organizzazione criminale dedita allo spionaggio industriale e al traffico d'armi che fa credere ai suoi agenti di lavorare per una sezione segreta della CIA. Gradualmente, però, i due sviluppano una relazione di tipo amoroso. Questo pone in cattiva luce Vaughn agli occhi del padre di Sydney, Jack Bristow, un altro doppiogiochista infiltrato nell'SD-6. La storia tra i due divenne ufficiale quando, verso la metà della seconda stagione, l'SD-6 viene definitivamente sconfitta. Purtroppo per Vaughn, pochi mesi dopo Sydney sembrò morire durante un incendio che le distrusse la casa. Con il cuore spezzato, Michael lasciò la CIA e cominciò a lavorare come insegnante di francese. Durante questo periodo, Vaughn conosce una giovane agente del CSN, Lauren Reed, con la quale si sposa poco tempo dopo. Ma quando scopre che Sydney non è morta, è costretto a rivedere i suoi sentimenti nei confronti di Sydney e anche di Lauren. Alla fine, prevale l'amore sopito ma non cancellato nei confronti della prima, cosa che causerà molte tensioni matrimoniali con Lauren, che si rivelerà, in seguito, un'agente di un'organizzazione nota come la Convenzione. Dopo ciò, Vaughn comincia ad essere ossessionato dall'idea di catturarla e ucciderla, incoraggiato da Jack Bristow, che non voleva per lui la sua stessa sorte (anche Jack era stato sposato con una spia la russa Irina Derevko). Alla fine della terza stagione, Vaughn riesce ad uccidere Lauren a Palermo, pensando di doverlo fare per impedirle di uccidere Sydney.

Durante l'intervallo tra la terza e la quarta stagione, Vaughn brucia la sua stessa casa, che lo costringerà ad un mese di valutazione psicologica che culmina con la decisione di abbandonare la CIA. In realtà, è tutta una messinscena volta ad arruolarlo in una sezione segreta della CIA, l'APO, insieme ai suoi colleghi Marcus Dixon, Jack Bristow e la figlia. Il capo della sezione è Arvin Sloane, l'ex direttore dell'SD-6, che dovrà essere tenuto d'occhio da tutti, compreso Vaughn. Durante la loro prima missione di nuovo assieme, Michael e Sydney si rimettono insieme.

Come detto all'inizio, nel corso della prima stagione si era venuti a conoscenza che il padre di Michael, William Vaughn, fu uno dei molti agenti uccisi da Irina Derevko, la madre di Sydney. La morte di Bill Vaughn è messa in dubbio nella quarta stagione a causa di un diario ritrovato dal figlio in cui c'erano commenti risalenti a tre anni dopo la sua morte, avvenuta nel 1979. Così, Michael decide di intraprendere una sua indagine personale senza informare la CIA e con la collaborazione di Sydney. Tuttavia, la pista del diario si rivelerà falsa. In realtà, faceva tutto parte di un piano ordito da Elena Derevko, la terza sorella Derevko, dopo Katya e Irina. Alla fine della quarta stagione, Sydney e Vaughn si stanno recando in macchina a Santa Barbara per fare finalmente una vacanza che si riproponevano da molti anni. A metà strada però, Michael dice improvvisamente a Sydney che lui non è quello che lei crede che sia e che non si chiama nemmeno Michael Vaughn. In quel momento, una jeep colpisce in pieno l'auto dei due. Sydney riesce a fuggire, ma Vaughn viene catturato, per poi riuscire subito dopo a scappare e a rincontrare Sydney, e a spiegarle che lui in realtà si chiama André Michaux e che suo padre, Bill, in realtà era un matematico che aveva lavorato con un gruppo chiamato Quinto Profeta. Vaughn rivela inoltre che sette anni prima era andata a trovarlo una certa Renée Rienne, una latitante internazionale, il cui padre era collega di Vaughn ed era stato ucciso dall'organizzazione. I due lavoreranno insieme per scoprire qualcosa di più sul gruppo, spesso infrangendo la legge. Alla fine dell'episodio, Vaughn viene ucciso da un commando di killer del Quinto Profeta. Poco prima di spirare, però, decide insieme a Sydney il nome del loro futuro figlio.

Alla fine dell'episodio "Istinto Materno" (undicesimo della quinta stagione), si scopre che Vaughn è ancora vivo, nascosto da alcuni monaci in Bhutan, che lo informano della nascita di sua figlia, Isabelle. In un episodio seguente, "C'è una sola Sydney Bristow" viene rivelato che sia Jack che Sydney sapevano che Vaughn era ancora vivo. L'informazione viene rivelata solo ai membri dell'APO, in quanto è stato scoperto, nel corpo di Renée Rienne, un microchip, che dovrebbe combaciare con un altro nascosto nel corpo di Vaughn. A complicare il tutto si aggiunge Anna Espinoza, una vecchia nemica di Sydney. La Espinoza si è sottoposta ad un esperimento volto a trasformarla in un duplicato di Sydney. Anna riesce a fermare la vera Sydney e trova Vaughn in Bhutan, e gli estrae il microchip: combacia alla perfezione con quello di Renée Rienne. Il microchip porta i due ad un bunker segreto in Germania, dove trovano tutte le informazioni sul Quinto Profeta raccolte da Bill Vaughn. Qui, Anna si rivela per quello che è, ma Vaughn, che l'aveva già capito, la disarma e cominciano a lottare. Ad un certo punto, la Espinoza riesce ad impossessarsi di una pistola e fa per sparare a Michael, che viene salvato dal tempestivo arrivo della vera Sydney Bristow, con la quale torna finalmente a Los Angeles e incontra sua figlia, Isabelle.

Nell'episodio successivo, Jack rivela al resto dell'APO che, in realtà, dopo la quasi morte di Vaughn durante il primo episodio, a Michael era stato dato del morfato di sodio, una sostanza che simula la morte. All'obitorio, fu prelevato da un contatto di Jack e portato in Bhutan per guarire.

Durante gli ultimissimi episodi, Vaughn partecipa ad alcune missioni volte a distruggere per sempre il Quinto Profeta, come l'identificazione di tutti i suoi capi. Sul monte Subasio salva Sydney da morte sicura, quindi ferma il lancio di missili nucleari da parte di Irina e Sloane. In un flashforward, alla fine della serie, si vede che Vaughn e Sydney si sono sposati, vivono su una meravigliosa spiaggia e hanno avuto un secondo figlio, chiamato Jack in onore del padre di Sydney, morto per fermare Sloane.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione