Michael Joyce (tennista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Joyce
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 46 - 67 (40,70%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 64° (8 aprile 1996)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (1996, 1997)
Francia Roland Garros 1T (1996)
Regno Unito Wimbledon 4T (1995)
Stati Uniti US Open 2T (1991, 1993)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 8 - 21
Titoli vinti 0
Miglior ranking 181° (9 giugno 2003)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros -
Regno Unito Wimbledon 1T (1995)
Stati Uniti US Open 1T (1993, 1995, 1996)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Michael Joyce (Santa Monica, 1º febbraio 1973) è un ex tennista e allenatore di tennis statunitense. È stato oggetto di un saggio di David Foster Wallace, intitolato L'abilità professionistica del tennista Michael Joyce come paradigma di una serie di cose tipo la scelta, la libertà, i limiti, la gioia, l'assurdità e la completezza dell'essere umano e incluso nella raccolta Tennis, tv, trigonometria, tornado (e altre cose divertenti che non farò mai più). È stato l'allenatore della campionessa russa, Marija Šarapova.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Californiano, di etnia irlandese,[2] iniziò a giocare a tennis molto piccolo, a due anni, prendendo parte ai primi tornei a sette.[2] Fu il padre a iniziarlo a tale sport, e a guidarlo con costanza fino all'approdo al professionismo.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Destrorso, era dotato di un rovescio a due mani, e il suo stile di gioco corrispondeva a quello denominato power-baseline, che richiede una combinazione di stile offensivo e difensivo.[3]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ottiene ottimi risultati a livello juniores, raggiunge infatti i quarti di finale al Roland Garros 1991 venendo eliminato da Andrij Medvedev e la finale del torneo di Wimbledon dello stesso anno, sconfitto da Thomas Enqvist.[4] Vincitore dei Campionati nazionali juniores statunitensi di Kalamazoo 1991, ottenne una wild card per il tabellone principale degli U.S. Open.[5] Fu dunque professionista dal 1991 al 2004, partecipò a svariati tornei della ATP, venendo dapprima allenato da Sam Aparicio[6] e in seguito da Tony Graham. Raggiunse gli ottavi di finale al Torneo di Wimbledon 1995, battendo Marc Rosset e, di conseguenza, facendo un salto dalla posizione 140 alla 79 del ranking mondiale.[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Diane Pucin, Maria Sharapova's return still a work in progress, Los Angeles Times, 3 agosto 2009. URL consultato il 22-12-2010.
  2. ^ a b c David Foster Wallace, Tennis, tv, trigonometria, tornado (e altre cose divertenti che non farò mai più), traduzione di Vincenzo Ostini, Christian Raimo e Martina Testa, Roma, Minimum Fax, 1997, p. 284, ISBN 8886568762.
  3. ^ Wallace, op. cit., p. 286
  4. ^ itftennis.com, Michael Joyce - Junior Profile. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  5. ^ Wallace, op. cit., p. 283
  6. ^ Wallace, op. cit., p. 290
  7. ^ Wallace, op. cit., p. 275

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]