Michael F. Feldkamp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michael F. Feldkamp (Kiel, 23 aprile 1962) è uno storico tedesco.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Feldkamp ha frequentato gli studi superiori al Gymnasium Carolinum di Osnabrück e si è diplomato nel 1982. Dal 1983 al 1989 ha studiato Storia, Teologia cattolica e Pedagogia all'Università di Bonn, e tra il 1985 e il 1986 Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma. Ha sostenuto l'esame di Stato a Bonn nel 1990 e ha ottenuto una borsa di studio nel 1986 e nel 1990/1991 presso l'Istituto Storico Germanico di Roma. Feldkamp ha conseguito il dottorato in Filosofia a Bonn nel 1992. Dal 1993 al 1995 è stato collaboratore scientifico presso l'archivio parlamentare del Bundestag, nel 1995/1996 assistente di Storia della Chiesa presso la Facoltà di Teologia Cattolica dell'Università di Bonn e nel 1996/1997 collaboratore scientifico presso l'Istituto di Storia Contemporanea di Monaco di Baviera. Dal 2000 è funzionario presso il Bundestag.

Feldkamp è autore di diversi saggi pubblicati in riviste universitarie, prevalentemente nei seguenti settori: diplomatica dal XVI al XVIII secolo, storia della Chiesa in Germania, storia della diplomazia, storia del parlamentarismo in Germania. È un esperto di storia delle relazioni fra Santa Sede e Germania. Ha attirato l'attenzione a livello internazionale per essersi dedicato in particolare alle questioni del silenzio del Papa Pio XII sull'Olocausto, ponendosi in netto contrasto con le posizioni di Daniel J. Goldhagen.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Feldkamp ha scritto per diverse riviste scientifiche, Festschrift e collane specializzate: Archivum Historiae Pontificiae; Osnabrücker Mitteilungen; Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken; Römische Historische Mitteilungen; Römische Quartalschrift für christliche Altertumskunde und Kirchengeschichte; Vierteljahrschrift für Sozial- und Wirtschaftsgeschichte; Festschrift Raymund Kottje (1992); Festschrift Gabriel Adriányi (2000); Festschrift Herman H. Schwedt (2000); Nordic Studies in Honour and Memory of Leonard E. Boyle (2000); Festschrift für Friedrich P. Kahlenberg (2000).

Monografie[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59227133 LCCN: nr95005338

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie