Michael Ernest Smith

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michael Ernest Smith (1953) è un archeologo statunitense specializzato nello studio della cultura azteca e, più in generale, di quella mesoamericana.

Ha scritto numerosi articoli sull'archeologia messicana, e libri sugli Aztechi. Attualmente (2009) è professore di antropologia presso la School of Human Evolution and Social Change della Arizona State University. È famoso per aver fortemente sostenuto l'importanza di valutare le prove archeologiche indipendentemente da quelle etnostoriche, e propugnandone l'uso come fonte di conoscenza della cultura azteca.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Michael Ernest Smith, The Aztlan Migrations of Nahuatl Chronicles: Myth or History? (PDF) in Ethnohistory, vol. 31, nº 3, Durham, Carolina del Nord, Duke University Press, American Society for Ethnohistory, 1984, pp. pp.153–186, OCLC 145142543 , DOI 10.2307/482619.
  • Michael Ernest Smith, The Aztecs, seconda edizione, Malden, Massachusetts, Blackwell Publishers, 2003, ISBN 0-631-23015-7, , OCLC 48579073.
  • Michael Ernest Smith, City Size in Late Post-Classic Mesoamerica (PDF) in Journal of Urban History, vol. 31, nº 4, Beverley Hills, California, Sage Publications, maggio 2005, pp. pp.403–434, OCLC 1798556 , DOI 10.1177/0096144204274396.