Michael Ealy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Ealy nel 2012

Michael Ealy, all'anagrafe Michael Brown (Silver Spring, 3 agosto 1973), è un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel Maryland, studia presso la Springbrook High School, successivamente si iscrive all'University of Maryland, College Park. I suoi occhi azzurri sono una particolarità insolita per un afroamericano. Inizia la sua gavetta tra produzioni teatrali off-Broadway e produzioni televisive.

Il suo debutto cinematografico risale al 2001, quando ottiene un piccolo ruolo nella commedia indipendente Kissing Jessica Stein, l'anno seguente recita in Bad Company - Protocollo Praga di Joel Schumacher. Recita nella commedia La bottega del barbiere e al suo sequel del 2004 La bottega del barbiere 2.

Dopo aver partecipato a due episodi di E.R. - Medici in prima linea, ottiene un ruolo di rilievo nel film d'azione 2 Fast 2 Furious e recita al fianco di DMX in Never Die Alone. Nel 2005 lavora in un film televisivo con Halle Berry, con la quale instaura una breve relazione.[1] Tra il 2005 e il 2006 recita nella serie televisiva Sleeper Cell, venendo nominato al Golden Globe. Appare in alcuni videoclip, come Get Your Number di Mariah Carey e Halo di Beyoncé Knowles.

Nel 2008 ottiene due importanti opportunità di lavoro, recita in Miracolo a Sant'Anna di Spike Lee e viene diretto da Gabriele Muccino in Sette anime al fianco di Will Smith.

Nel 2010 fa parte del cast della serie televisiva FlashForward, nel ruolo di Marshall Vogel.

Nel 2015 prende parte all'ultima stagione della serie televisiva The Following, come membro del cast principale, interpretando la parte del killer Theo Noble.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) News of Michael Ealy, imdb.com. URL consultato il 31 ottobre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN102642927 · LCCN: (ENno2004038556 · ISNI: (EN0000 0001 1778 337X · GND: (DE139797122 · BNF: (FRcb15001832x (data)