Michael Barne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michael Barne (Beccles, 187731 maggio 1961) è stato un militare ed esploratore britannico. È stato l'ultimo sopravvissuto della spedizione Discovery[1].

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Sotterley Park[2],Beccles, nel Suffolk[3] nel 1877 ed educato alla Stubbington School[4] in preparazione ad una carriera nella Royal Navy, entra in servizio come aspirante guardiamarina nel 1893[5]. Nel 1898 viene promosso a ufficiale ed assegnato alla HMS Porcupine[6].

Spedizione Discovery[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi spedizione Discovery.

Nel 1901 viene selezionato da Robert Falcon Scott come secondo tenente della spedizione Discovery diretta in Antartide[7]. Pur colpito da un principio di congelamento[8] Barne prende numerosi appunti [9] durante i tre anni nella spedizione[10] sia riguardanti l'andamento generale della missione che il magnetismo, la sua specializzazione. Scott ne apprezza particolarmente la capacità di stemperare le crescenti tensioni nel gruppo[11]. Gli è stato intitolato il ghiacciaio Barne, localizzato a 80°15′S 15°00′W / 80.25°S 15°W-80.25; -15 nella parte occidentale della barriera di Ross e da lui esplorato durante la permanenza in Antartide[12]. Per il suo contributo alla ricerca è stato insignito della medaglia polare[13].

Dopo l'Antartide[modifica | modifica wikitesto]

Sposatosi poco dopo il ritorno in Inghilterra[8], Barne torna in servizio attivo al comando della Coquette[14], ma continua a corrispondere con Scott riguardo alle modalità di trasporto in Antartide [15] in vista di future spedizioni. Durante la prima guerra mondiale viene insignito del Distinguished Service Order[3] come comandante del Monitor M27[16]. Ritiratosi nel 1919 con il grado di capitano, torna in servizio nella seconda guerra mondiale come comandante di un pattugliatore anti-sommergibili[10].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Heroic Age of Antarctic exploration Polar Record (19 March 2001, Cambridge, Scott Polar Research Institute, 19th March 2001 Vol 38, No 204, Page 69
  2. ^ oggi un SSSI
  3. ^ a b Description of his love of country pursuits, Obituary, The Times, Monday, Jun 05, 1961; pg. 24; Issue 55099; col D
  4. ^ Dettagli della scuola
  5. ^ Contemporary of Barne at Stubbington
  6. ^ HMS Porcupine
  7. ^ 3 Naval officers appointed
  8. ^ a b Antarctic history on-line
  9. ^ Si veda la bibliografia successiva.
  10. ^ a b Archived material
  11. ^ Fiennes,2003
  12. ^ with Sub-Lt. George F.A. Mulock, RN
  13. ^ Notable Antarcticans
  14. ^ Ship details
  15. ^ In particolare Barne era un sostenitore dell'utilità della motoslitta.
  16. ^ History of Class(inc M27’s fate)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Barne,M. Need for Continuity in the Conduct of Antarctic Discovery The Geographical Journal, Vol. 27, No. 2 (Feb., 1906), p. 206 doi:10.2307/1776683
  • Barne,M The National Antarctic Expedition The Geographical Journal, Vol. 18, No. 3 (Sep., 1901), pp. 275-279 doi:10.2307/1775133
  • Barne, M MS 366 1902-03: Papers relating to Discovery Expedition GB/NNAF/P160000 (Former ISAAR ref: GB/NNAF/P1579) 1982 Cambridge University: Scott Polar Research Institute
  • Fiennes, R Scott (Coronet,London,2003) ISBN 0340826991
  • Headland R.K.Journal of Polar Studies (1985) volume 2 part 1 p357-359 SPRI Antarctic Chronology, unpublished corrected revision of Chronological list of Antarctic expeditions and related historical events, (1 December 2001) Cambridge University Press (1989) ISBN 0521309034
  • Holland, C. Manuscripts in the Scott Polar Research Institute, Cambridge, England - a catalogue. (Garland Publishing New York and London 1982) ISBN 0824093941.
  • Stonehouse,B (Ed) Encyclopaedia of Antarctica and the Southern Oceans , John Wiley & Sons, Chichester (2002) ISBN 0471986658