Michał Ogiński

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ogiński in un ritratto di [Anna Rożyna Lisiewska] (Anna Rosina de Gasc)

Conte Michał Kazimierz Ogiński (Luc'k, 1730Castello di Trakai, 1800) è stato un politico, generale e compositore polacco.

A soli diciotto anni divenne Primo Scrittore di Lituania, corrispondente al titolo di Master of Arts in Inghilterra, e assunse notevoli posizioni nell'amministrazione dello stato.

Nel 1764, quando il trono di Polonia restò vuoto, il conte propose un candidato[non chiaro] della zarina Caterina II, Stanislao Augusto Poniatowski, e alla salita al trono di questi venne nominato Palatino di Lituania.

Successivamente fece parte della Confederazione di Bar anti-russa e sconfisse a Stołowicze (1771) le forze russe del generale Aleksandr Vasil'evič Suvorov, ma alla vittoria di questi fu costretto all'esilio.

Tornato in Polonia nel 1768, fu membro del Grande Sejm (1788-1792) e divenne presidente del Partito Patriottico e poi Grand Hetman di Lituania; come uffiuciale di Stato Maggiore dell'esercito polacco, partecipò alla Guerra russo-polacca del 1792, e alla vittoria russa si ritirò nel suo castello in Lituania; arrestato, fu imprigionato nel Castello di Trakai presso Vilnius.

Oltre alla sua brillante carriera militare, il conte fu anche un notevole musicista e ingegnere, salvando dall'avanzata russa lo stabilimento di Pinsk-Volinia fondando il canale Ogiński, unendo le acque dei fiumi Nemunas e Dnepr. Fondò anche numerose fattorie e sollevò dalla servitù della gleba numerosi contadini; inoltre fu mecenate di artisti e la sua corte di Vilnius fu celebre per il suo coro composto da musicisti polacchi e italiani; oltre a ciò fu un celebre compositore di sinfonie ad archi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 40173593