Micco Spadaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Micco Spadaro, ritratto di Masaniello.

Micco Spadaro al secolo Domenico Gargiulo (1609/16101675) è stato un pittore italiano di stile barocco, attivo principalmente a Napoli e famoso soprattutto come paesaggista.

Il soprannome con cui è universalmente conosciuto è dovuto al mestiere del padre, che era un artigiano forgiatore di spade. Iniziò quando venne preso a bottega da Aniello Falcone, che frequentò assieme ad Andrea di Leone e Salvator Rosa. In seguito collaborò con Viviano Codazzi e i suoi primi lavori furono influenzati da Paul Bril e Filippo Napoletano.

Fra i suoi maggiori committenti vi fu il collezionista fiammingo Gaspare Roomer, a cui il pittore dovette la sua fortuna. Lavorò anche per la Certosa di San Martino, dove dipinse nel Coro dei Conversi e nel Quarto del priore. Dello Spadaro sono poi molto famose le rappresentazione dell'insurrezione di Masaniello e della peste del 1656.

Achille Della Ragione - Domenico Gargiulo opera completa - Napoli 2000==Bibliografia==

  • Jane Turner (a cura di), The Dictionary of Art. 29, pp. 253-254. New York, Grove, 1996. ISBN 1-884446-00-0

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]