Tranvia di Sassari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Metrotranvia di Sassari)
Tranvia di Sassari
Tram in sosta davanti alla stazione ferroviaria
Tram in sosta davanti alla stazione ferroviaria
Città Sassari
Inizio Emiciclo Garibaldi
Fine Santa Maria di Pisa
Inaugurazione 2006
Gestore ARST
Vecchi gestori Ferrovie della Sardegna (2006-2008)
ARST Gestione FdS (2008-2010)
Lunghezza 4,331 km
Tipo Tranvia
Mezzi utilizzati Ansaldobreda Sirio
Pass./giorno 3000
Tracciato della Tranvia di Sassari
Trasporto pubblico

La tranvia di Sassari è una linea tranviaria urbana che collega il centro cittadino di Sassari (Emiciclo Garibaldi), la stazione ferroviaria e il periferico quartiere di Santa Maria di Pisa. Tale impianto è gestito, dall'ottobre 2010, dall'ARST[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Alla fine del 1996 la Gestione Governativa Ferrovie della Sardegna bandì una gara di appalto, del valore di 30 miliardi di Lire, di cui 8 per il materiale rotabile, per la progettazione e la realizzazione di una linea tranviaria sul percorso Emiciclo Garibaldi-Buddi Buddi[2][3].

Il 27 ottobre 2006 fu inaugurata la tratta piazza Stazione - Emiciclo Garibaldi e nel medesimo anno fu approvato il finanziamento per la costruzione del secondo lotto[4].

Tre anni più tardi, l'11 settembre 2009 venne attivato il prolungamento[5] fino a Santa Maria di Pisa, su binario affiancato alla ferrovia per Sorso[6].

Prolungamenti previsti[modifica | modifica sorgente]

È in previsione la costruzione di un prolungamento da Santa Maria di Pisa alla località Li Punti[7]; l'opera, già finanziata non risulta ancora appaltata.

A medio termine, è prevista la conversione graduale delle ferrovie per Alghero e per Sorso in linee tranviarie, con l'elettrificazione e l'aumento del numero delle fermate[8]. È in progetto anche la realizzazione di un anello sulla linea per Alghero, per collegare sia Alghero che Sassari con l'aeroporto di Fertilia.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Un tram nelle vie cittadine

La linea si compone di una tratta su sede stradale e di una in affiancamento alla ferrovia, su binario indipendente. Lo scartamento adottato è quello di 950 mm, analogo a quello utilizzato sulla rete delle ex Ferrovie della Sardegna e dalla tranvia di Cagliari.

Realizzata a binario unico, la linea presenta punti d'incrocio intermedi alle fermate Piazza Stazione e Cliniche universitarie. L'elettrificazione è a corrente continua 750 V.

L'intera linea, lunga 4,331 km, comprende 8 fermate svolgendosi prevalentemente in sede stradale su percorso protetto. La frequenza delle corse è di 20 minuti.

Percorso
Continuation backward
Linea ARST per Sorso
Unknown route-map component "dHST-L" Unknown route-map component "udKHST-Ra" Unknown route-map component "d"
1,88 Santa Maria di Pisa
Unknown route-map component "CONTgr" + Unknown route-map component "STR-R"
Unknown route-map component "umABZrg" + Unknown route-map component "STR-L"
Track turning from right
Linea RFI per Porto Torres
Unknown route-map component "c" Unknown route-map component "dSTR"
Unknown route-map component "vSHI2g+l-" + Unknown route-map component "uv-STR"
Unknown route-map component "c"
+ Unknown route-map component "CONTfl"
Linea ARST per Nulvi
Unknown route-map component "cd" + Unknown route-map component "vBHF"
Urban station on track Unknown route-map component "cd"
0,00 Sassari (RFI/ARST) 176 m s.l.m.
Unknown route-map component "dSTRc2" + Unknown route-map component "CONTfr"
Unknown route-map component "d" + Unknown route-map component "STR3"
Urban straight track
Linea RFI per Cagliari
Unknown route-map component "dCONT1" Unknown route-map component "dSTRc4" Urban straight track
Linea FdS per Alghero
BSicon uHST.svg 0,52 Porta Utzeri 187 m s.l.m.
BSicon uHST.svg 0,76 Sant'Anna 188 m s.l.m.
BSicon uBHF.svg 1,24 Cliniche universitarie 192 m s.l.m.
BSicon uHST.svg 1,59 Viale Italia
BSicon uHST.svg 1,98 Piazza Marconi 207 m s.l.m.
BSicon uKBHFe.svg 2,45 Emiciclo Garibaldi 207 m s.l.m.

La tratta dalla Stazione ferroviaria a Santa Maria di Pisa è stata costruita ex novo in affiancamento a quella esistente delle FdS ed è funzionalmente separa da essa. L'unico tratto in comune di circa 200 metri tra la rete tranviaria e quella ex FdS è l'attraversamento dei binari dello scalo a Sassari ed in particolare di quelli che portano alla rimessa della Ferrovia; tale bereve promiscuità comportò alcune complicazioni di tipo amministrativo[9][10].

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Noto anche col nome commerciale di Metrosassari e definito impropriamente anche metropolitana leggera o metropolitana di superficie, il sistema è definibile come tram-treno, ai sensi della classificazione adottata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti[10], in virtù del fatto che le vetture tranviarie proseguono il loro percorso innestandosi sul sedime della ferrovia per Sorso, ma su un binario loro riservato, fino al capolinea di Santa Maria di Pisa.

Parco veicoli[modifica | modifica sorgente]

Per il servizio sono utilizzate quattro vetture tranviarie bidirezionali Ansaldobreda Sirio del modello "Sirio", lunghe 27 m, che possono contenere fino a 200 passeggeri di cui 51 seduti e 2 carrozzine per disabili. La prima unità arrivò sull'isola nei primi mesi del 2004[11].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Cagliari 25 ottobre 2010 in ARST.it. URL consultato il 27-10-2010.
  2. ^ Notizia su Tutto Treno, n. 94, gennaio 1997, p. 10.
  3. ^ Notizia su Tutto Treno, n. 96, marzo 1997, p. 9.
  4. ^ Notizia su Mondo Ferroviario, n. 230, febbraio 2006, p. 13.
  5. ^ Notizia su Tutto Treno, n. 234, ottobre 2009, p. 5
  6. ^ Tram oltre Sassari, in "I Treni" n. 320 (novembre 2009), p. 8.
  7. ^ Notizia su I Treni, n. 302, marzo 2008, p. 7.
  8. ^ Notizia su I Treni, n. 290, febbraio 2007, p. 7.
  9. ^ Notizia su Mondo Ferroviario, n. 217, dicembre 2004, p. 12.
  10. ^ a b Elena Molinaro, Linee guida tram treno, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, atti del 5º convegno nazionale Sistema Tram, Roma, 1 gennaio-1 febbraio 2013.
  11. ^ Notizia su Tutto Treno, n. 176, giugno 2004, p. 6.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gian Guido Turchi, A Sassari arriva il tram, "I Treni", 2001, 224, pp. 14-17.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]