Metodo analitico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il metodo analitico in filosofia, vedi Analisi e sintesi.

Un metodo analitico è, in generale, una metodica di analisi scientifica consistente nell'arrivare alla soluzione di un problema mediante un procedimento ben definito e di calcolo matematico.

Chimica[modifica | modifica wikitesto]

In chimica un metodo analitico è un documento che descrive quali sono le operazioni da eseguire su un campione per:

Nell'industria, tale documento è parte integrante di una specifica, ovvero del contratto di compravendita del prodotto chimico, ed è il documento al quale le parti faranno riferimento in caso di contestazione sulla qualità del prodotto.

Un metodo analitico è generalmente organizzato in sezioni che descrivono:

  • lo scopo del metodo, ovvero la proprietà misurata;
  • il campo di applicazione, ovvero a quali campioni il metodo è applicabile;
  • il principio su cui è basato il metodo, ovvero la reazione chimica coinvolta o il tipo di spettroscopia applicato, se si tratta di tecnica distruttiva dove non è più possibile recuperare l'analita, ecc.;
  • i reattivi chimici e le attrezzature necessari per condurre l'operazione;
  • le indicazioni di sicurezza e la segnalazione dei potenziali pericoli e delle misure cautelative da adottare durante l'esecuzione del metodo;
  • le modalità operative, ovvero la sequenza di operazioni da eseguire;
  • il calcolo del risultato a partire dal dato grezzo ottenuto (nel caso di analisi strumentali, tale calcolo è ormai quasi sempre integrato nel software applicativo dello strumento);
  • l'incertezza di misura, ovvero l'incertezza che si accompagna al risultato ottenuto, la precisione e il limite di rivelabilità.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

scienza e tecnica Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienza e tecnica