Metamorphic Force

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Metamorphic Force
Titolo originale Metamorphic Force
Sviluppo Konami
Pubblicazione Konami
Data di pubblicazione 1993
Genere Picchiaduro a scorrimento
Modalità di gioco Singolo giocatore, Doppio, tre o quattro giocatori
Piattaforma Arcade
Periferiche di input Joystick a 8 direzioni con 2 tasti
Specifiche arcade
CPU 68000 (@ 16 Mhz), Z80 (@ 8 Mhz)
Processore audio due K054539 (@ 48 Khz)
Risoluzione 288 x 224 pixel

Metamorphic Force (メタモルフィックフォース?) è un videogioco di tipo picchiaduro a scorrimento sviluppato e pubblicato nel 1993 dalla Konami.

È un picchiaduro di buona fattura tecnica che mescola elementi fantasy con i temi dell'antropomorfismo e del teriomorfismo, temi peraltro già noti nel mondo videoludico grazie a titoli precedenti quali Altered Beast della SEGA e Teenage Mutant Hero Turtles proprio della Konami. Il successo in Italia è stato modesto causa la regressione del mercato dei picchiaduro a scorrimento unitamente all'estremo grado di difficoltà del porting occidentale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel XX secolo fa il suo ritorno dall'Ade il Re Malvagio col suo Impero dell'Orrore, ovvero un'isola infestata di mostri emersa dalle acque degli oceani; il suo obbiettivo è quello di regnare sulla Terra. In soccorso del pianeta vi è una sacerdotessa (ispirata ad Atena dell'anime I cavalieri dello zodiaco) che evoca quattro spiriti guerrieri, ognuno dei quali è protetto da un guardiano metamorfico rappresentato da un animale. Toccherà ai quattro guerrieri e ai loro guardiani andare sull'isola per sconfiggere il Re del Male.

Sistema di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gameplay di Metamorphic Force si allinea a quello di tutti gli altri picchiaduro a scorrimento del tempo da Final Fight in poi, con la presenza di due pulsanti per attacco e salto; viene ben sfruttato un ottimo motore che rende il gioco fluido e veloce, nonché avvincente nei combattimenti.

Ad inizio partita il giocatore deve scegliere un personaggio tra quattro disponibili, tutti con caratteristiche e tecniche di combattimento differenti. Fintanto che il personaggio del giocatore è nella sua forma umana il set di mosse è limitato ad una combo di colpi, ad un attacco all'avversario a terra, ad un colpo in salto e alla classica tecnica speciale, richiamabile con la pressione contemporanea dei due tasti, che abbatte tutti i nemici attorno a spese dell'energia del giocatore. Quando il giocatore recupera un bonus a forma di statuetta d'oro il suo personaggio si trasforma in bestia, vedendo quindi la propria forza e la propria velocità aumentate, nonché il proprio set di mosse allargato anche a tecniche di presa e a nuovi attacchi in salto e all'indietro; se il personaggio è già convertito in bestia quando raccoglie un'altra statuetta d'oro effettuerà un veloce e potente attacco che colpirà tutti i nemici presenti nello schermo. Lungo il percorso sono presenti anche dei bonus che rigenerano parte dell'energia del giocatore; i bonus possono essere trovati all'interno di forzieri oppure colpendo un ladro, dall'aspetto di un mutante gatto, che si aggira con un sacco di refurtiva (elemento preso da Golden Axe della SEGA). Se il giocatore è nella forma di bestia ed è in fin di vita egli si ritrasformerà in umano.

Il gioco si sviluppa in sei livelli, ognuno dei quali prevede un boss al termine. All'inizio di ogni livello il giocatore mantiene l'energia che aveva nel livello precedente, ma una volta sconfitto un boss vengono rilasciati vari bonus utili per recuperare l'energia persa durante il combattimento.

Sono presenti degli schermi bonus al termine del secondo e del quarto livello, che permettono al giocatore di recuperare ulteriore energia.

Personaggi selezionabili[modifica | modifica wikitesto]

  • Giappone Ban

Judoka che vanta un buon equilibrio tra velocità e potenza, veste un judogi. Il suo animale guardiano è il toro, di conseguenza si può trasformare in un minotauro; il colore che rappresenta il suo guardiano è il rosso.

  • Francia Claude

Appare come un militare europeo del XVIII secolo, in divisa e armato di spada, ispirato in qualche modo alla protagonista dell'anime Lady Oscar. È il personaggio più veloce dei quattro e il suo spirito guardiano è un lupo bianco, tant'è che si trasforma in un licantropo; il colore simbolo è il giallo.

  • Stati Uniti Max

Biondo lottatore con una tecnica simile al pugilato. È un personaggio con valori equilibrati di potenza e velocità, ed il suo animale guardiano è la pantera nera, mentre il colore simbolo del suo guardiano è il blu.

  • Russia Ivan

Il più potente dei quattro personaggi, è un massiccio boscaiolo armato con un tronco di albero. La mutazione lo trasforma in un orso, ed il suo colore è il verde.

Livelli e Boss[modifica | modifica wikitesto]

  • Il primo livello è l'arrivo degli eroi sull'isola del malvagio in una zona che presenta elementi di architettura greca arcaica come templi e colonnati. Il boss è un mutante capra armato con una falce, chiaramente ispirato a Bafometto; lo si affronta in un tempio adorno di simboli esoterici.
  • Il secondo livello si svolge all'interno di cave caratterizzate dalla presenza di fuoco e lava. Il boss è un uomo-uccello avvolto dalle fiamme ed armato con una spada, ispirato a figure provenienti da varie mitologie come Pazuzu, la fenice di fuoco e Ra.
  • Il terzo livello è ambientato tra i ghiacci. Il boss è una sorta di robot di ghiaccio, probabile omaggio ai mecha giapponesi.
  • Il quarto livello presenta come ambientazione una foresta. Il boss nasce dalla fusione di due orchi esteticamente ispirati a quelli presenti nel mito giapponese: il risultato è un grosso orco bicefalo, con una struttura corporea che ricorda quella del boss ciclope del sesto livello di The King of Dragons.
  • Il quinto livello è un'unica sfida in un'arena contro una succube agilissima e abile nel wrestling.
  • L'ultimo livello è la dimora del malvagio, un castello con elementi gotici e romanici. È presente un boss di metà livello, ovvero uno scheletro che veste un'armatura da cavaliere medievale. Il viaggio degli eroi si conclude dinanzi al trono del perfido monarca, un lottatore che sembra ispirato a Uighur di Ken il guerriero, molto abile nelle arti marziali e nell'utilizzo di tecniche simili alle super mosse dei vari personaggi di Street Fighter; dopo averlo sconfitto nel suo aspetto umano lo si dovrà eliminare nella sua forma di bestia, ovvero un drago volante; ma ancora non è finita, c'è infatti un ultimo scontro, quello con lo spirito del nemico.

Nella sequenza finale del gioco l'isola s'inabissa e le immagini dei quattro animali guardiani vengono poste tra le costellazioni.

Differenze tra le versioni[modifica | modifica wikitesto]

La più rilevante delle differenze tra la versione originale giapponese e quella per il mercato occidentale riguarda vite ed energia, con la conversione per l'estero resa molto più ostica; infatti nella versione originale è presente la classica barra dell'energia che cala per i colpi subiti e si inizia il gioco con due vite, mentre nella versione occidentale si ha a disposizione una sola vita e l'energia è rappresentata con un contatore numerico che cala con il tempo anche se non si viene colpiti. Inoltre nel livello 5 della versione occidentale il confronto con la succube è preceduto da un combattimento coi boss dei precedenti livelli; all'inizio scendono in campo il simil-Bafometto e l'uomo-uccello, non appena uno di essi muore viene rimpiazzato dal robot di ghiaccio, e dopo la sconfitta di questo o dell'altro boss arriva quello visto nel quarto livello, già trasformato in creatura bicefala.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]