Mesoterapia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.

Tra le medicine alternative, la mesoterapia è una tecnica di somministrazione dei farmaci per via intraepidermica, intradermica superficiale e profonda, e sottocutanea o ipodermica. Tale metodica è descritta già nel 1793 e forse era attuata nel 400 d.C. da Ippocrate[senza fonte], ma la sua diffusione nel mondo medico scientifico avviene grazie a Michel Pistor a partire dal 1952. La mesoterapia è una tecnica di iniezione, "un metodo" - secondo il dr. Michel Pistor, suo ideatore - "per avvicinare la terapia al luogo della patologia". Semplice nella sua concezione, richiede un adeguato apprendistato per essere eseguita efficacemente.

Il vantaggio di tale tecnica consiste nel poter utilizzare ridotte dosi di principio attivo, che diffondono nei tessuti sottostanti l'inoculazione e persistono per più tempo rispetto alla via di somministrazione intramuscolare, con vantaggi quali un effetto prolungato nel tempo, un ridotto coinvolgimento di altri organi e riduzione del rischio di eventi avversi o effetti collaterali.

Campi di applicazione[modifica | modifica sorgente]

Nonostante i campi di applicazione della mesoterapia in altri Paesi del mondo siano molto ampi, le principali applicazioni cliniche della mesoterapia in Italia comprendono un più ristretto numero di patologie tra cui:

  • Terapia del dolore
    • Rachialgie
    • Coxalgie
    • Gonalgie
    • Rizoartrosi (artrosi dell'articolazione trapezio metacarpale)
    • Artrosi delle mani
    • Alcune affezioni algiche del piede
    • Cefalee muscolo tensive
    • Cervicalgie
    • Il torcicollo
    • Periartiti scapolo omerali
    • Alcune sindromi fibromialgiche
    • Lombosciatalgie (low back pain degli autori anglosassoni)
    • Nevralgie
  • Traumatologia sportiva
    • Lesioni contusive
    • Lesioni distorsive
    • Lesioni da sforzo
    • Tendinopatie
    • Complicanze post-traumatiche
  • Flebolinfopatie
    • Insufficienza venosa e/o linfatica cronica degli arti inferiori
    • Sindromi post-trombotiche
    • Flebolinfedemi
    • Ulcere flebostatiche
    • Eczema varicoso e ipodermiti
    • Flebiti superficiali e varicoflebiti
  • Dermatologia
    • Cicatrici ipertrofiche e cheloidi
    • Alopecia areata e seborroica
    • Acne
  • Medicina estetica
    • Adiposità localizzata
    • Cellulite o panniculopatia edematofibrosclerotica (P.E.F.S.)
    • Tonificazione e trofizzazione tissutale
    • Antiaging
    • Rughe

Per alcune patologie sopra citate, la mesoterapia ha un ruolo adiuvante (ad esempio nei casi di dolore moderato, può contribuire a ridurre il fabbisogno di farmaci per via sistemica). Per alcune delle indicazioni sopra riportate ci sono dati clinici significativi a supporto dell'efficacia di alcuni protocolli di trattamento, per altre i dati sono meno robusti. Queste sono le ragioni per cui la Società Italiana di Mesoterapia, attiva dal 1975, sta rivedendo criticamente i criteri di esecuzione della tecnica allo scopo di emanare raccomandazioni aggiornate sulle varie aree di applicazione. Va segnalato che la stessa società raccomanda di eseguire tale terapia solo dopo un corretto inquadramento clinico del paziente e dopo avere ottenuto il consenso informato al trattamento stesso. Ogni variante del concetto farmacologico di mesoterapia non è riconosciuto dalla Società Italiana di Mesoterapia. In Italia la mesoterapia, come del resto l'agopuntura, è da considerarsi un "atto medico" e per questo da somministrarsi esclusivamente a cura di personale medico.

In genere, le sedute terapeutiche sono a cadenza infrasettimanale nelle prime settimane, successivamente la frequenza può essere minore. Ma ciò dipende dalla tipologia di affezione curata (medicina del dolore, medicina estetica, ecc.) e dalla risposta clinica che (oggettivamente e soggettivamente) viene registrata durante il follow up medico.

Nel 1987, l'Académie Française de Médicine ha riconosciuto la mesoterapia come parte della medicina tradizionale ed in molti Paesi dell'Europa, degli USA e del Sudamerica tale tecnica è divenuta di frequente applicazione. Tuttavia, in molti stati europei o degli USA la mesoterapia è stata suggerita per il trattamento di alcune forme di inestetismi ed in particolare della adiposità localizzata. Tale indicazione è rifiutata dalla Società Italiana di Mesoterapia in quanto rappresenta un esempio di cattiva applicazione di tale tecnica. In primis perché l'introduzione dei farmaci non è intradermica, ma intralesione, ma anche perché i risultati clinici sono contrastanti.

Una ulteriore applicazione della mesoterapia è rappresentata dalla vaccinazione intradermica. Infatti alcuni vaccini sono oggi inoculati attraverso il derma e va sottolineato che le prime applicazioni intradermiche in clinica risalgono appunto alle sperimentazioni con i vaccini.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina