Meridiano di sangue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Meridiano di sangue
Titolo originale Blood Meridian, or the Evening Redness in the West
Autore Cormac McCarthy
1ª ed. originale 1985
Genere romanzo
Sottogenere western
Lingua originale inglese
Ambientazione Texas, Messico

Meridiano di sangue è un romanzo dello scrittore statunitense Cormac McCarthy pubblicato dalla casa editrice Random House nel 1985. È il quinto romanzo di McCarthy ed è considerato il suo capolavoro.[senza fonte]

Il romanzo racconta la storia di un adolescente in fuga chiamato "The Kid". Per i contenuti dell'opera lo scrittore si è basato sul libro di memorie My confession di Samuel Chamberlain, membro della Banda Glanton.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

"The Kid", nato in Tennessee durante una pioggia di meteore nel 1833, è un ragazzo. Incontra il giudice Holden - personaggio centrale, glabro ed enorme - che sta accusando falsamente un predicatore di aver fatto sesso con una capra e con una bambina di 11 anni.

The Kid si aggrega alla banda di filibustieri malconci, al seguito del capitano White. Appena passato il confine con il messico vengono attaccati da un gruppo di guerrieri Comanche. The Kid, tra i pochi sopravvissuti, viene arrestato dalla polizia messicana a Chihuahua, messo in prigione e poi arruolato come cacciatore di scalpi al seguito del capitano Glanton. Muovendosi in paesaggi torridi e desolati, tra il Messico e gli Stati Uniti, questa nuova banda di straccioni spietati e senza regole, si trascina in una scia di sangue: indiani, contadini messicani, perfino gruppi isolati di soldati, vengono uccisi e depredati dei pochi averi. In un crescendo di tensione ritrovano il giudice Holden che prende il comando della gang circondata dagli indiani e - con una geniale applicazione da Piccolo Chimico - riesce a portarla in salvo.

I banditi si insediano in un traghetto sul fiume Gila, vicino a Yuma, in Arizona, dove taglieggiano i viaggiatori. Vengono attaccati dall'esercito USA e da una tribù Yuma che avevano cercato di eliminare. Scampato all'ennesimo massacro, The Kid, dopo aver tentato di uccidere il giudice Holden ed essere finito in carcere, si ritrova a vagare lungo la frontiera tra Messico e Texas. Finisce a Fort Griffin, dove ritrova il giudice e, in una scena grottesca, tra orsi, prostitute e ubriachi, sembra venga ucciso nel pisciatoio di una bettola, mentre il giudice balla una danza oscena. Il finale è ambiguo e nell'epilogo vediamo un uomo che scava buche per una recinzione: potrebbe essere the Kid, ormai estraneo alla violenta follia che ha attraversato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]