Menorragia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Menorragia
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 627.0
ICD-10 (EN) N92.0
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sanguinamento uterino atipico.

Per menorragia in campo medico, si intende un'eccessiva perdita di sangue durante la fase mestruale del ciclo. Essa è sia eccessiva che prolungata rispetto alla normale durata e intensità fisiologica. Si differenzia dalla metrorragia, che è anch'essa una perdita di sangue dall'utero ma non in rapporto con il flusso mestruale.

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto ad una normale perdita di sangue (emorragia), che occorre durante il periodo mestruale (40-50ml), essa si manifesta aumentata almeno a 80 ml. Può essere associata a dolore ed anemia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bevan JA, Maloney KW, Hillery CA, Gill JC, Montgomery RR, Scott JP., Bleeding disorders: A common cause of menorrhagia in adolescents. in J Pediatr., vol. 138, giugno 2001, pp. 856-61..

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina