Men of War: Assault Squad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Men of War
Sviluppo Digitalmindsoft
Pubblicazione 1C Company
Data di pubblicazione 25 febbraio 2011
Genere Strategia in tempo reale
Tema Guerra
Modalità di gioco Singleplayer
Multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows
Motore grafico GEM
Supporto DVD-ROM
Requisiti di sistema Sistema operativo: Windows XP SP3, Windows Vista SP1, Windows 7
Periferiche di input Mouse e tastiera
Preceduto da Men of War: Red Tide
Seguito da Men of War: Vietnam

Processore: Intel Core 2 Duo 2.33 GHz or AMD Athlon 4400+
Memoria: 2GB
Scheda video: Shader Model 3.0 con 256MB
Scheda audio: DirectX 9.0c
Spazio su disco: 6.5 GB + 1 GB libero

Men of War: Assault Squad è un videogioco strategico in tempo reale creato dalla Digitalmindsoft e prodotto dalla 1C Company nel 2011. È un'espansione di Men of War.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si svolge durante alcune delle operazioni più famose della seconda guerra mondiale, tra cui l'Operazione Overlord, l'Operazione Market Garden, l'Operazione Battleaxe e molte altre. Si potranno vestire i panni di un generale dell'United States Army, della Royal Army, della Wehrmacht, dell'Armata Rossa e del Dai-Nippon Teikoku Rikugun in 16 missioni differenti. L'obbiettivo finale di ognuna di esse è la conquista di tutti i punti di controllo sulla mappa di gioco, ciascuno dei quali permette l'accumolo di punti spendibili per l'acquisizione di rinforzi di vario tipo.Durante lo svolgersi delle operazioni, al giocatore è permesso, tra le varie opzioni, di assumere il controllo di una singola unità e di impiegarla a suo piacimento per lo svolgimento di particolari manovre tattiche. Oltre alla modalità in singolo, è presente anche una modalità di gioco cooperativo, una di gioco multipalyer (che ne annovera a sua volta diverse tipologie su 37 mappe diverse) e un editor di gioco.[1]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto a Men of War e al predecessore Faces of War, in questo nuovo capitolo è possibile disporre di unità "speciali" accanto alle forze militari normalmente acquistabili con l'aumento dei punteggi. Ogni fazione (nazione) dispone di unità specifiche che sono dotate di maggiori abilità (punti vitali, resistenza, precisione) nonché di armi migliori. Per i tedeschi, ad esempio, ci sono i soldati della Divisione Brandeburgo a anche il Panzer Tiger I Veterano; gli americani hanno i soldati della 101ª Divisione Aviotrasportata; i giapponesi possono contare, invece, sulla Guardia Imperiale. La qualità grafica è stata migliorata e anche alcuni modelli (come, ad esempio, quello del Tiger I), che sono ora più simili alle controparti reali.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco ha ricevuto buoni responsi dalla critica specializzata per il comportamento dell'I.A. dei soldati, per la deformabilità delle ambientazioni,per la qualità grafica, per la varietà delle unità impiegabili e per la possibilità di assumere direttamente il controllo di ogni unità specifica, sia essa un fuciliere o un T-34. Critiche sono state invece mosse al motore fisico e al sistema di gestione truppe, che presenta qualche imperfezione.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mattia Armani, Men of War: Assault Squad - In prima linea in Multiplayer.it, 2 marzo 2011. URL consultato il 15 febbraio 2013.
  2. ^ FireZdragon, Recensione di Men of War: Assault Squad- In prima linea in Spaziogames.it, 20 marzo 2011. URL consultato il 15 febbraio 2013.