Melissa (informatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Melissa è un macrovirus creato dal programmatore statunitense David Smith. Individuato il 26 marzo 1999, ha causato danni per circa 1,2 miliardi di dollari.[1]

Funzionamento[modifica | modifica sorgente]

Melissa è in grado di infettare file di Microsoft Word, e di autoinviarsi per posta elettronica tramite il client Outlook Express. Viene spedito in un file chiamato list.doc, contenente le password per accedere ad alcuni siti pornografici. Quando il file viene aperto, il virus modifica i documenti della vittima inserendovi frasi tratte dalla serie TV I Simpson. Inoltre è in grado di trasmettere informazioni personali verso l'esterno senza che l'utente se ne accorga. Melissa viene attivato quando si apre il file infetto list.doc, il quale svolge due azioni:

  • Diffusione: una volta che il virus si è installato nel sistema, avendo libero accesso alla rubrica, spedisce il documento infetto ai primi 50 contatti.
  • Infezione: il suo scopo è quello di disabilitare le difese da macro e, se l'utente scrive file Word in un giorno la cui data è uguale a quello dell'ora in cui è avvenuta l'infezione, il virus lo modifica scrivendoci: «Twenty-two points, plus triple-word-score, plus fifty points for using all my letters. Game's over. I'm outta here».

David L. Smith[modifica | modifica sorgente]

Melissa venne messo in libertà da David L. Smith della città di Aberdeen Township, New Jersey, chiamato così come il nome di una spogliarellista di Miami. (Il virus in sé fu creato da Kwyjibo, che fu istruito dai creatori di macrovirus VicodinES e ALT-F11 comparando documenti MS Word con lo stesso identificativo globale — questo metodo venne utilizzato anche per tracciare il virus fino a Smith). Smith fu condannato a 10 anni e 20 mesi di servizi sociali, e con una sanzione di US $5,000. L'arresto fu un risultato grazie ad una collaborazione tra l'FBI, la polizia di stato del New Jersey, Monmouth Internet e un tecnico informato svedese.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ la Repubblica/tecnologie_internet: Condannato il papa' del virus Melissa

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Sicurezza informatica Portale Sicurezza informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicurezza informatica