Melide (Svizzera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Melide
comune
Melide – Stemma
Panorama di Melide vista dal monte Bré
Panorama di Melide vista dal monte Bré
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Lugano
Amministrazione
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 45°57′00″N 8°56′55″E / 45.95°N 8.948611°E45.95; 8.948611 (Melide)Coordinate: 45°57′00″N 8°56′55″E / 45.95°N 8.948611°E45.95; 8.948611 (Melide)
Altitudine 274 m s.l.m.
Superficie 1,64 km²
Abitanti 1 739[1] (31-12-2013)
Densità 1 060,37 ab./km²
Comuni confinanti Bissone, Campione d'Italia (IT-CO), Lugano, Vico Morcote
Altre informazioni
Cod. postale 6815
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5198
Targa TI
Nome abitanti melidesi
Circolo Carona
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Melide
Melide – Mappa
Sito istituzionale

Melide (Melì in dialetto ticinese) è un comune svizzero del Canton Ticino, sul Lago di Lugano.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte-diga di Melide nel 1890
  • Il ponte-diga di Melide fu costruito dall'ingegnere Pasquale Lucchini (1798-1892) di Gentilino e collega Melide a Bissone e le due rive del Lago di Lugano. Vi passano l'autostrada, la ferrovia e la strada cantonale. L'importanza è enorme per la comunicazione e i collegamenti in quanto, in passato, Lugano era raggiungibile da sud solo da Porlezza o da Ponte Tresa, mentre a Melide c'era il punto di imbarco per il traghetto a Bissone. In questo modo i collegamenti con il Mendrisiotto e con la zona comasca sono stati molto migliorati.
  • Swissminiatur, parco con oltre 120 modelli in miniatura dei più famosi edifici e monumenti della Svizzera, in scala 1:25. Per gli appassionati di ferromodellismo, vi è una rete di 3 560 m di strade ferrate in miniatura che si snodano attraverso il parco.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Persone legate a Melide[modifica | modifica wikitesto]

Nel XVI secolo Melide era nota per i Maestri Melidesi, esperti di edilizia e di costruzioni grazie ad alcune famiglie come i Fontana, i Castelli e i Salvi. Tra questi spiccano:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistica Svizzera - STAT-TAB: Popolazione residente permanente e temporanea per regione, sesso, nazionalità ed età
  2. ^ Lucchese Filiberto

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Siro Borrani, Il Ticino Sacro. Memorie religiose della Svizzera Italiana raccolte dal sacerdote Siro Borrani prevosto di Losone, Tip. e Libreria Cattolica di Giovanni Grassi, Lugano 1896.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 267, 413-414, 415, 533.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 319-320.
  • Emilio Motta, Effemeridi ticinesi, ristampa Edizioni Metà Luna, Giubiasco 1991.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 355-357.
  • Simona Ostinelli, Domenico Fontana (1543 - 1607). Itinerari di architettura a Roma e Napoli. Guida storico-artistica, Silvana editoriale, Cinisello Balsamo 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino