Meleagro di Gadara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Meleagro di Gadara (in greco: Μελέαγρος, Melèagros; Gadara, 130 a.C.60 a.C. circa) è stato un filosofo, scrittore e poeta greco antico.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Meleagro, figlio di Eucrate, nacque a Gadara – oggi Umm Qais –, città della Transgiordania che sotto il regno dei Seleucidi era diventata un notevole centro di cultura ellenica. In gioventù aderì al cinismo e scrisse dialoghi di contenuto leggero nel genere della satira. Si trasferì poi a Tiro e in vecchiaia prese dimora a Kos (Coo), dove terminò i suoi giorni attorno al 60 a.C.

Opere[modifica | modifica sorgente]

In gioventù compose un'opera intitolata Le Càriti, poesie e prose satiriche completamente perdute. Tuttavia è noto soprattutto come autore di epigrammi: ne possediamo 130, raccolti nell'Antologia Palatina e di tipo erotico. Alcuni cantano etere come Fanio Eliodora e Zoofilia, altri l'amore verso fanciulli e uomini. Meleagro fu anche il primo autore di una antologia di epigrammi, intitolata Στέϕανος, La corona, con componimenti propri e di altri autori contemporanei, in cui paragona ogni autore raccolto a un fiore. Successivamente la raccolta venne inglobata nell'Antologia Palatina.

Poetica[modifica | modifica sorgente]

L'epigramma di Meleagro trae spunto dalla lirica corale arcaica, di cui mutua le occasioni e le circostanze: i carmi simposiali e amorosi sono testimonianza non di reali conviti e banchetti ma di un gioco letterario, tipicamente alessandrino, volto al recupero di quelle antiche forme ormai perdute, con un senso museologico e profondamente storico della poesia. I sentimenti non sono mai piatti ma sempre osservati in maniera completa e profonda, tanto che in alcuni casi vi è il prevalere di un'enfasi retorica che ricorda molto uno stile ampolloso come quello, in latino, di Cicerone.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • L. Rossi - Storia e testi della Letteratura Greca, Mondadori
  • L. Canfora - Storia della Letteratura Greca, Roma-Bari, Laterza, 1986
Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Grecia