Meleagris gallopavo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tacchino
Gall-dindi.jpg
Maschio di Meleagris gallopavo
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Galliformes
Famiglia Phasianidae
Sottofamiglia Meleagridinae
Genere Meleagris
Specie M. gallopavo
Nomenclatura binomiale
Meleagris gallopavo
Linnaeus, 1758

Il tacchino comune (Meleagris gallopavo Linnaeus 1758) è un uccello facente parte della famiglia dei Fasianidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lungo da un metro ad un metro e dieci, con ali di quarantacinque centimetri, coda di trentasette ed apertura alare che può giungere fino al metro e mezzo, il tacchino maschio è colorato sulle parti superiori di giallo-bruniccio con riflessi metallici, sulla parte inferiore del dorso e sulle copritrici della coda è bruno-noce con fasce verdi e nere, bruno-gialliccio sul petto, più scuro ai lati, grigio-bruniccio sulle cosce e sull'addome, e nericcio sul sottocoda: tutte le piume delle parti finora citate presentano ai margini una colorazione nero-velluto. Le penne remiganti primarie sono bianco-grigiastre, le secondarie brunicce con fasce bianche, e le timoniere segnate da ondulazioni, fasce e gocce nere sul fondo uniformemente bruno. Le parti nude del collo e della testa sono di color celeste chiaro, i bitorzoli rossi; l'occhio è giallo-azzurro, il becco corneo e il piede a volte violetto-pallidi, a volte rosso-lacca. Simile a quello dei maschi, il piumaggio delle femmine è meno bello e meno vivace; esse sono inoltre di dimensioni notevolmente ridotte. Il peso del tacchino gallopavo può raggiungere i 7–8 kg max.

Distribuzione ed habitat[modifica | modifica sorgente]

Il tacchino è diffuso, allo stato selvatico, in gran parte dell'America del Nord.

Parassitismo[modifica | modifica sorgente]

Fra le specie parassite del tacchino si annovera Chelopistes karachiensis Naz & Rizvi, 2012, mallofago della famiglia Philopteridae[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Meleagris gallopavo in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Phasianidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 5 maggio 2014.
  3. ^ Saima Naz, Syed Anser Rizvi, New species of the genus Chelopistes (Ischnocera: Philopteridae) from Pakistan in Journal of Asia-Pacific Entomology,, 15,1, 2012, pp. 152-160. URL consultato il 23 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Galleria di immagini[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli