Mego Corporation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mego
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione anni cinquanta
Fondata da David Abrams
Chiusura 1982
Prodotti giocattoli, modellismo

La Mego Corporation è stata un'azienda produttrice di giocattoli che ha dominato il mercato delle action figures per gran parte degli anni settanta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

La Mego fu fondata nei primi anni cinquanta da David Abrams e prima del 1970 era nota principalmente per essere una produttrice di giocattoli e modellini di automobili per i dime store (negozi in cui la maggior parte dei prodotti hanno prezzi fissi e solitamente molto economici, da Dime, la moneta da 10 centesimi di dollaro).

Il nome Mego deriverebbe da una frase ripetuta dal figlio di David Abrams quando costui si allontanava da casa per lavoro per qualche giorno. In tali occasioni il bambino urlava "Me go too" ("vado anch'io", in inglese), da cui la contrazione "Mego".

L'età d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1971 la Mego introdusse sul mercato il personaggio di Action Jackson (Amico Jackson in Italia), pensato come concorrente del più noto e diffuso personaggio militaresco G.I. Joe che in quegli anni era stato modificato nel protagonista di avventure sportive e spionistiche a causa della Guerra del Vietnam, ma le vendite non andarono come sperato. Così la Mego decise di riutilizzare il corpo del personaggio, cambiando solamente la testa e gli abiti, e iniziò a produrre la serie World's Greatest Superheroes, incentrata su personaggi degli universi DC Comics e Marvel, primi tra cui Superman, Batman, Robin e Aquaman.[1][2]

In seguito la compagnia decise di acquistare le licenze per produrre modelli ispirati ai film, programmi televisivi e fumetti più popolari del momento (per esempio Il pianeta delle scimmie, Star Trek), che divennero in poco tempo la loro linea di giocattoli principale. Tra i prodotti non legati ad una serie preesistente di grande successo vi fu anche la distribuzione negli USA dei Micronauti.

Uno dei segreti del successo della Mego era il risparmio garantito dal tipo di action figures usato in molti casi: i corpi erano uguali, prodotti in gran numero, e solo le teste e i costumi si differenziavano. Mego produsse i propri modelli in una scala da 8 pollici (poco più di 20 cm), che divenne lo standard per questo tipo di giocattoli negli anni 70.

La Mego fu anche la creatrice del packaging stile Kresge (Kresge era la catena di negozi per cui fu prodotto originariamente, successivamente chiamata Kmart), ora conosciuto come "Mego Bubble Card": questo tipo di imballo prevedeva la presenza di una "bolla" di plastica trasparente contenente l'action figures incollata sul cartone.

Il declino[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1976 David Abrams rifiutò un accordo per produrre giocattoli su licenza per il film Guerre stellari, allora di imminente uscita nelle sale. La licenza venne acquisita da un'azienda concorrente, la Kenner, che dopo il successo della trilogia vendette moltissime action figures e giocattoli ispirati a questa, decretando l'inizio del declino della Mego nel mercato.

Dopo l'occasione mancata con Guerre stellari, la Mego cercò di acquisire il numero maggiore di diritti per serie televisive e film che avevano possibilità di divenire dei grandi successi, sperando di seguire il successo della Kenner. Tra i diritti acquisiti ci furono quelli per King Kong, Agente 007 - Moonraker, Buck Rogers in the 25th Century, The Black Hole, Star Trek: Il film, Wonder Woman e Hazzard.

Uno dei più grandi successi della Mego di questo periodo furono le action figures del gruppo musicale dei Kiss. I modelli erano nel formato da 12 pollici e mezzo e rappresentavano Paul Stanley, Ace Frehley, Peter Criss e Gene Simmons (che aveva la testa modellata per permettegli di fare le linguacce) e furono commercializzati dall' agosto 1978.

La Mego produsse in questo periodo anche una linea di giocattoli originali composta da 36 action figures (32 della prima serie più 4 della seconda serie) da 6 pollici ispirate alla Seconda guerra mondiale, chiamata Combat Man (marchiati Lion Rock e non Mego) e poi "Johnny Action", anche questa pensata come possibile concorrente dei bambolotti G.I. Joe della Hasbro da 12 pollici, ma non ebbe il successo sperato. La serie fu diffusa anche al di fuori degli Stati Uniti tramite la controllata Lion Rock con nomi differenti: in Italia ne vennero commercializzate 32 come "Storia delle grandi battaglie", distribuite dalla Polistil; in Francia come "Il était une fois" distribuita con marchio Mego; in Germania Ovest ne vennero comemrcializzate 32 come "Gestern Wars", distribuite con marchio Lion Rock.

Alcuni degli stampi di questi modelli furono poi riutilizzati negli anni seguenti anche da altre aziende, spesso con variazioni dei particolari o dei gadget e della qualità delle plastiche.[3]

Sfortunatamente né i Kiss né le altre linee di prodotti furono in grado di garantire alla Mego lo stesso successo avuto nel frattempo dalla Kenner con Guerre stellari, e nel 1982 l'azienda fu costretta a dichiarare bancarotta, cessando di esistere dall'anno seguente.

Collezionismo[modifica | modifica wikitesto]

Ad oggi i giocattoli della Mego sono molto richiesti dai collezionisti, e possono raggiungere valuazione di decine di migliaia di dollari.

A Wheeling, West Virginia, ogni anno a giugno i collezionisti di prodotti Mego si incontrano in una manifestazione chiamata Mego Met.

Le serie[modifica | modifica wikitesto]

  • Amico Jackson (Action Jackson): si tratta di un personaggio maschile con abiti intercambiabili, inizialmente ideato come concorrente del G.I. Joe della Hasbro e di poco precursore del Big Jim della Mattel. In Italia è stato distribuito come Amico Jackson dalla Baravelli.[1]
  • World Greatest Super Heroes: è la serie più celebre della Mego, nata per riutilizzare il corpo di Action Jackson dismesso dalla produzione e composta da vari supereroi degli universi DC Comics e Marvel. Di questa serie i personaggi più celebri sono Superman, Batman e Robin, L'Uomo Ragno e Tarzan, a cui si sono successivamente affiancati molti altri personaggi, comprese le Supergals: Wonder Woman, Batgirl, Supergirl, Catwoman e Isis.[2]
  • American West
  • Dinah-Mite
  • Eagle Force
  • Flash Gordon
  • Il pianeta delle scimmie
  • Kiss: serie di quattro personaggi di 8" raffiguranti i quattro componenti del gruppo musicale glam rock Kiss: Gene Simmons, Paul Stanley, Ace Frehley e Peter Criss.
  • Lion Rock Heroes of World War II: serie prodotta dalla sussidiaria Lion Rock, con personaggi di dimensione ridotta rispetto ai classici Mego (7" anziché 8"), con i corpi già utilizzati per i quattro personaggi adolescenti della serie Teen Titans[4], comprendente personaggi militari appartenenti ai vari eserciti coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale. In Italia la serie è stata distribuita parzialmente con il nome "Storia delle Grandi Battaglie" dalla Polistil.
  • Mad Monsters: serie di quattro action figure di 8" rappresentanti i classici mostri della letteratura e del cinema horror: Dracula, Frankenstein, L'uomo lupo e La mummia. Si tratta dei mostri protagonisti anche della serie di film Horror classici della Universal, ma la Mego non deteneva i diritti di riproduzione dei personaggi, perciò creò i quattro grandi mostri più celebri, in uno stile personale, che non si rifaceva alle icone Universal. In tempi recenti, tali mostri nella versione Universal, sono stati immessi sul mercato invece dalla EMCE, casa produttrice di action figure sullo stile Mego, quando non di vere e proprie riproduzioni.
  • Micronauti
  • Robin Hood
  • Star Trek
  • Super Knights
  • Super Pirates
  • Television Favorites (comprendente svariate serie ispirate a serie televisive come ad esempio Happy Days)
  • Tex Willer
  • The Black Hole
  • One Million Years B.C
  • Il mago di Oz

Riproduzioni e imitazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile delle action figure Mego, ricordate e apprezzate non solo dai nostalgici, ha influenzato una moltitudine di altri giocattoli similari. Molte sono le ditte che ne hanno imitato lo stile o ne hanno realizzato delle riproduzioni.

  • Nel 2005 una compagnia chiamata classictvtoys.com ha iniziato a produrre action figures da 8 pollici molto simili come design a quelle della Mego: tra le linee di giocattoli proposte vi erano repliche dei prodotti Mego Mad Monsters, Merry Men, Western Heroes e Super Pirates, Happy Days, Sposati con figli e del wrestler André the Giant. La Classic Tv Toys produce anche action figures ispirate ai personaggi dei programmi televisivi, tra cui i Munsters, con un pakaging che ricorda quello dei blister della Mego.
  • In tempi recenti la EMCE Toys ha commercializzato varie serie di fedeli riproduzioni di classiche serie della Mego, quale soprattutto la serie ispirata a Star Trek. Ha inoltre prodotto molte altre action figure sullo stile Mego, quali ad esempio i mostri della Universal, compresi i quattro personaggi già prodotti nella serie Mad Monsters (Dracula, Frankenstein, L'uomo lupo e La mummia) più altri quali ad esempio il gill-man de Il mostro della laguna nera e l'alieno insettoide della space opera Cittadino dello spazio. Non si tratta in questo di riproduzioni dei giocattoli già prodotti dalla Mego negli anni settanta, ma di nuove figure, ispirate direttamente ai personaggi apparsi nei classici della Universal, con licenza ufficiale per la riproduzione.

Influenze nella cultura[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Action Jaction in Mego Museum
  2. ^ a b (EN) World's Greatest Superheroes in Mego Museum
  3. ^ (EN) Lion Rock in Mego Museum
  4. ^ (EN) Teen Titans in Mego Museum

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Bonavita, Mego Action Figure Toys, 3rd Edition, 2001

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]