Megalapteryx didinus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Megalapteryx didinus
Megalapteryx.png
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto (1500 circa)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Superordine Palaeognathae
Ordine Struthioniformes
Famiglia Dinornithidae
Genere Megalapteryx
Specie Megalapteryx didinus
Nomenclatura binomiale
Megalapteryx didinus
Owen, 1883[1]
Sinonimi

Megalapteryx hectori

Il Megalapteryx didinus o moa degli altipiani era un gigantesco uccello estinto endemico della Nuova Zelanda.[2]

Testa di Megalapteryx didinus

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il moa degli altipiani erano, con un'altezza di circa 1,30 m ed un peso di circa 25 kg, la più piccola specie di moa.

Ambiente e stile di vita[modifica | modifica wikitesto]

Il moa degli altipiani abitava le regioni fredde d´alta quota dell'Isola del Sud. Trovandosi nella zona di vegetazione subalpina, si cibava di arbusti e di varie erbe montane.

Estinzione[modifica | modifica wikitesto]

Zampa subfossile di Megalapteryx

È stata l'ultima specie di moa a estinguersi, più o meno attorno al 1500; tuttavia, considerando l'habitat remoto di questi animali, alcuni esemplari sarebbero potuti sopravvivere nelle aree più selvagge fino al XIX secolo.

Di questa specie sono stati ritrovati numerosi resti con i tessuti molli (muscoli, pelle, ecc.) e le piume ancora intatti e ben conservati, oltre che un uovo dall'inusuale colore verde oliva; tuttavia, si ritiene che il colore delle uova variasse da individuo a individuo.

Esistono molti esemplari ben conservati esposti in molti musei. Il Tipo nomenclaturale A16, che si trova nel British Museum, fu scoperto nel 1876 a Queenstown. Una zampa con molto tessuto muscolare, pelle e piume scoperta a Old Man Range (C.68.2) si trova nel Otago Museum. Uno scheletro che presenta ancora tessuto sul collo e sulla testa ritrovato nei pressi di Cromwell ed esposto a (NMNZ S400). Una zampa con alcuni muscoli e tendini trovata il 7 gennaio 1987 a Mount Owen si trova esposta a (NMNZ S23080) e viene datata attorno ai 3300-3400 anni.

I frammenti di un uovo esposti al Canterbury Museum NZ 1725 e scoperti nel 1971 a Rakaia River sono riconducibili a questa specie. La datazione al radiocarbonio fa risalire l'uovo al 1300-1400. La cosa strana è che l'uovo presenta una colorazione verde oliva scuro; questo significa che la colorazione tra le uova di Megalapteryx didinus variava.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Taxon: Megalapteryx didinus taxonomy.nl
  2. ^ Reconstructing the tempo and mode of evolution in an extinct clade of birds with ancient DNA: The giant moas of New Zealand pnas.org

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]