Mega Express Four

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Superfast II
Mega Express Four
Il Mega Express Four
Il Mega Express Four
Descrizione generale
Civil Ensign of Italy.svg
Tipo Passenger Ro/Ro Cargo Ship
Proprietario/a Forship S.p.A.
Costruttori Schichau Seebeckswerft
Cantiere Bremerhaven, Germania
Varata 14 gennaio 1995
Entrata in servizio 31 maggio 1995
Caratteristiche generali
Stazza lorda 24.186 tsl
Lunghezza 173,50 m
Larghezza 24,00 m
Pescaggio 6,40 m
Propulsione 4 Motori Wärtsilä-Sulzer 12ZAV40S diesel 34.550 kW
Velocità 27 nodi
Capacità di carico 650 auto o 1.850 m.l.carico merci
Passeggeri 2.000
Note
Porto di immatricolazione Genova

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La nave traghetto Mega Express Four è stata costruita dai cantieri navali Schichau Seebeckswerft in Germania nel 1995 per la società marittima greca Superfast Ferries con il nome di Superfast II, assieme alla gemella Superfast I. Venduta nel 2003 alla australiana TT-LINE Pty Ltd. assunse il nome di Spirit of Tasmania III e venne impiegata per servire l'isola di Tasmania sulla rotta Sydney-Devonport. Nel 2006 è stata acquistata dalla Corsica ferries-sardinia ferries. La nave è stata adeguata agli standard della società italo-francese presso i cantieri perama a Pireo, dove - mediante l'aggiunta di sovrastrutture - sono stati completati i piani passeggeri a poppa che termina con la classica scala a chiocciola vetrata presente anche nella Mega Express e nella Mega Express Two. La nave lunga 174 metri e larga 24 può trasportare 2.000 passeggeri assieme a circa 650 autovetture, o una capacità di 1.800 metri lineari di carico merci ad una velocità di 27 nodi.La nave dispone di 200 cabine con servizi (686 posti letto), poltrone reclinabili, negozio, ristorante, self-service, bar, piscina e solarium.

Navi gemelle[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mega Express Four Scheda dettagliata con dati tecnici, storia, cutaway versione precedente, lavori di trasformazione e piani nave.


trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti