Medaglia interalleata della vittoria (Francia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medaglia interalleata della vittoria (Francia)
Médaille de la Victoire
Interalliée 14-18-recto.jpgInteralliée 14-18.jpg
Medaglia Interalleata francese.
Francia
Terza Repubblica francese
Tipo Medaglia Commemorativa
Istituzione 20 luglio 1922
Campagna Prima Guerra mondiale
Totale delle concessioni circa 2.000.000
Prodotta da Monnaie de Paris
Modellista Pierre Alexandre Morlon
Firma modellista A.MORLON (sul diritto)
Diametro 36 mm.
Elenco delle onorificenze francesi
World War I Victory Medal ribbon.svg
Nastro della medaglia.

La medaglia interalleata della vittoria in Francia fu istituita con legge del 20 luglio 1922, implementata da Istruzioni Ministeriali emanate il 7 ottobre 1922, che prevedevano la sua concessione a tutti i soldati che avevano prestato servizio nella zona di guerra tra il 2 agosto 1914 e l'11 novembre 1918 per tre mesi anche non consecutivi, alle infermiere ed infermieri civili, a civili e militari stranieri che avevano servito direttamente agli ordini del comando francese, ai marescialli e generali che avevano avuto un comando per almeno tre mesi, ai prigionieri di guerra ed ai volontari dell'Alsazia-Lorena che avevano fatto parte di una unità di combattimento per un qualsiasi periodo di tempo ed a coloro che potevano dimostrare di aver disertato i ranghi tedeschi. L'articolo 10 della legge del 1920 specifica che:

(FR)
« Le droit de la médaille est également acquis aux militaires qui ont été tués à l'ennemi ou qui sont morts des suites de blessure de guerre (....) et à ceux qui sont morts de maladies ou blessures contractées en service. »
(IT)
« Il diritto alla medaglia è concesso anche ai militari uccisi dal nemico o morti in seguito a ferite di guerra

(....) e a quelli che sono morti per malattie o lesioni subite servizio. »

Lo scultore, scelto attraverso un concorso pubblico riservato ad artisti-combattenti francesi, fu Pierre Alexandre Morlon, la versione ufficiale della medaglia fu coniata dalla Monnaie de Pairs (Zecca di Parigi).

Descrizione della versione ufficiale[modifica | modifica sorgente]

Diritto

Vittoria alata in piedi, di fronte a braccia levate, con un ramo d'olivo nella mano destra ed una corona d'alloro nella mano sinistra.

Sull'orlo in basso, accanto ai piedi della figura, è presente il nome dello scultore "A. Morlon".

Rovescio

Le iniziali R F ai lati di un berretto frigio che sormonta la scritta "LA GRANDE GUERRE POUR LA CIVILISATION 1914-1918".

Sull'orlo in basso il marchio della zecca e la sigla BR (bronzo).

Versioni non ufficiali[modifica | modifica sorgente]

Mentre si attendeva la promulgazione della legge e poi la conclusione del concorso per il disegnatore, varie versioni non ufficiali della medaglia furono coniate per iniziativa privata, tra le altre una versione "uniface" della Medaglia interalleata belga ed una disegnata da C. Charles, il cui dritto è uguale a quello della Medaglia interalleata cubana e che come questa fu prodotta dalla fabbrica parigina degli "Establissements Andrean Chobillon". Per un'altra versione non ufficiale, il cui dritto fu disegnato da M. Pautot, si adottò il verso disegnato da Louis Octave Mattei, utilizzato anche per viarie altre medaglie modificando solo la scritta.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Laslo, op. cit., pg. 36

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Alexander J. Laslo, The Interallied Victory Medals of World War I, II edizione revisionata, Albuquerque, Dorado Publishing, 1992. ISBN 0-9617320-1-6.
  • (FR) Jacques Demougin, Jean-Philippe Douin, Les décorations françaises, Parigi, Trésor du Patrimoine, 2003. ISBN 2-911468-99-6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]