Medaglia interalleata della vittoria (Belgio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Medaglia interalleata della vittoria
Médaille de la Victoire
Médaille de la Victoire version belge - envers.jpgMédaille de la Victoire version belge - revers.jpg
Flag of Belgium.svg
Regno del Belgio
Tipo Medaglia commemorativa
Istituzione 15 luglio 1919
Campagna Prima guerra mondiale
Totale delle concessioni 300.00/350.000
Prodotta da Estabilisements Jules Fonson
Modellista Paul DuBois
Firma modellista PAUL DUBOIS (dritto)
Diametro 36 mm.
World War I Victory Medal ribbon.svg
Nastro della medaglia.

La medaglia interalleata della vittoria in Belgio fu istituita con decreto reale del 14 luglio 1919[1] per ricompensare tutti coloro, sia militari che civili, che avevano prestato servizio nelle forze armate belghe schierate tra il primo agosto 1914 e l'11 novembre 1918.

Con successivi decreti la sua attribuzione fu estesa a varie altre categorie di persone, come per esempio a coloro che avevano partecipato alle campagne d'Africa del 1914-1917 (ai quali fu inoltre conferita la medaglia commemorativa delle campagne d'Africa), a determinate condizioni ai membri della marina mercantile, ai pescatori belgi, ecc.

Viene portata subito dopo la medaglia dell'Yser.

Il disegnatore fu Paul DuBois, furono emesse tra le 300.000 e le 350.000 medaglie, prodotte negli Estabilisements Jules Fonson e forse in altre fabbriche[2].

Descrizione della versione ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

Diritto

Vittoria alata in piedi su un globo, con le ali spiegate, che tiene nella mano sinistra una corona di alloro e nella mano destra una spada.

Rovescio

Al centro il piccolo stemma del Belgio circondato da una corona di alloro con attorno gli emblemi delle nove nazioni alleate: (in senso orario) Terza Repubblica francese, Stati Uniti d'America, Impero giapponese, Regno di Grecia, Brasile, Serbia, Portogallo, Regno d'Italia e Regno Unito. Sul bordo il testo bilingue:

(FR)

« LA GRANDE GUERRE POUR LA CIVILISATION »

(NL)

« DE GROOTE OORLOG TOT DE BESCHAVING »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Laslo, pg. 13
  2. ^ Laslo, pp. 14 e 15

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Alexander J. Laslo, The Interallied Victory Medals of World War I, II edizione revisionata, Albuquerque, Dorado Publishing, 1992, ISBN 0-9617320-1-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Grande Guerra Portale Grande Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grande Guerra