Mechthild d'Asburgo-Teschen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mechthild d'Asburgo-Teschen
Arciduchessa Mechthild d'Asburgo-Teschen, 1913.
Arciduchessa Mechthild d'Asburgo-Teschen, 1913.
Principessa Czartoriska
Nome completo Mechthildis Maria Christina von Habsburg-Teschen
Trattamento Sua altezza imperiale e reale
Onorificenze Arciduchessa d'Austria
Altri titoli Arciduchessa d'Austria
Principessa reale di Ungheria
Principessa reale di Boemia
Principessa reale di Toscana
Principessa reale di Croazia e Slavonia
Nascita Pola, 2 gennaio 1891
Morte Rio de Janeiro, 2 giugno 1966
Dinastia Asburgo-Teschen
Padre Carlo Stefano d'Asburgo-Teschen
Madre Maria Teresa d'Asburgo-Lorena
Consorte Olgierd Czartoriski
Religione Cattolica

Mechthild d'Asburgo-Teschen, (tedesco: Mechthildis Maria Christina) (Pola, 2 gennaio 1891Rio de Janeiro, 2 giugno 1966), fu un'arciduchessa d'Austria del ramo Teschen della Casa d'Asburgo-Lorena..

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era la seconda figlia di Carlo Stefano d'Asburgo-Teschen, e di sua moglie, Maria Teresa d'Asburgo-Lorena. Entrambi i suoi genitori erano strettamente legati all'imperatore Francesco Giuseppe.

Suo padre, che aveva guidato l'esercito austriaco contro Napoleone Bonaparte, era un fratello della regina Maria Cristina di Spagna. Sua madre era un nipote di Leopoldo II, l'ultimo granduca di Toscana. Dalla parte di sua madre, era una nipote del re Ferdinando II delle Due Sicilie. Nacque a Pola, dove il padre era di stanza come un ufficiale di marina. Fu educata da insegnanti privati; studiò tedesco, italiano, inglese, francese e polacco.

Suo padre era molto ricco e la famiglia aveva una villa estiva nell'isola di Lussino, nel mare Adriatico, un palazzo a Vienna e uno yacht di lusso per le crociere estive. Nel 1895 suo padre ereditò dall'arciduca Alberto vaste proprietà in Galizia. Dal 1907 la residenza principale della famiglia era al castello di Żywiec, nella parte occidentale della Galizia (oggi Polonia), ma continuarono a trascorre gli inverni in Istria.

Il Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

L'arciduca Carlo Stefano mise da parte la sua carriera in marina e si concentrò le sue ambizioni nella creazione di una filiale polacca della casa d'Asburgo. Incoraggiò tutti i suoi figli a diventare polacchi. Come la sorella Renata, anche Mechthild sposò un principe polacco, Olgierd Czartoryski (1888-1977).

Il matrimonio ebbe luogo l' 11 gennaio 1913 al Castello di Żywiec, in Polonia, due giorni dopo che la sua sorella maggiore, Eleonora sposò Alfons von Kloss. Mechtildis dovette rinunciare a tutti i suoi titoli e il trattamento di Altezza Imperiale e Reale, siccome suo marito non appartenevano a una famiglia reale.

La Morte[modifica | modifica sorgente]

Allo scoppio della seconda guerra mondiale scapparono in Sud America, dove vissero, inizialmente, a Petropolis con i membri della famiglia imperiale brasiliana, gli Orléans-Braganza. Suo marito è stato per molti anni l'Ambasciatore del Sovrano Ordine militare di Malta e per il Brasile e il Paraguay.

Mechthild morì il 6 febbraio 1966 a Rio de Janeiro.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Mechthild ed Olgierd ebbero quattro figli:

  • Costantino (9 dicembre 1913-31 agosto 1989), sposò la contessa Karolina Plater Zyberk;
  • Cecilia (9 aprile 1915), sposò Jerzy Rostworowski;
  • Isabella (8 agosto 1917), sposò il conte Raffaello Bninski;
  • Alessandro (21 ottobre 1919-2007).