MechCommander

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MechCommander
Sviluppo FASA Interactive
Pubblicazione MicroProse
Serie MechCommander
Data di pubblicazione Stati Uniti 31 maggio 1998

Germania 1998

Genere Strategia in tempo reale
Tema Fantascienza
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows
Supporto CD-ROM
Requisiti di sistema Pentium a 133 MHz

16 MB di RAM
Scheda video da 2 MB RAM
DirectX 5.0
150 MB di spazio libero su hard disk
Lettore CD 4X

Fascia di età ESRB: T
USK: 12
OFLC: G8+
ELSPA: 11+
Periferiche di input Mouse e tastiera
Espansioni MechCommander: Desperate Measures
Seguito da MechCommander 2

MechCommander è un videogioco strategico in tempo reale, con visuale isometrica, in cui si è al comando di un'unità di mech. È stato pubblicato da MicroProse nel 1998 ed è basato sul gioco da tavolo BattleTech[1], creato dell'editore FASA, da cui si è ispirata anche la serie MechWarrior. Ne esiste anche un'espansione (MechCommander: Desperate Measures), successivamente inclusa nella versione "Gold", oltre ad un seguito, MechCommander 2, uscito nel 2001.
MechCommander, MechCommander GOLD e MechCommander 2 sono divenuti prodotti freeware nel 2006[2].

Il gioco dispone di una colonna sonora creata dal compositore statunitense Duane Decker.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Premessa[modifica | modifica sorgente]

Il progresso tecnologico, fece avanzare l'umanità sino all'acquisizione della velocità superluminale (nel XXII secolo). Rapidamente, la colonizzazione si sviluppò per la Via Lattea: presero il nome di Inner Sphere, Periphery e Deep Periphery, vaste regioni siderali attorno alla Terra, frutto dell'occupazione. La più densamente popolata di queste, la Inner Sphere, fu ripartita in cinque aree, "nazioni interstellari" chiamate Commonwealth Lirico, Soli Confederati, Lega Draconis, Confederazione di Capella e Lega dei Mondi Liberi. Ognuno di questi stati (in feroce discordia fra loro per la spartizione delle risorse e, in sostanza, per il potere), assunse forme di governo assolute ed ereditarie, dominate dalle dinastie di Grandi Casate nobiliari.

I BattleMech, imponenti macchine (in genere antropomorfe) pilotabili, divennero lo strumento standard per la guerra.

Contesto storico[modifica | modifica sorgente]

La Lega Stellare[modifica | modifica sorgente]

A partire dal 2571, la Lega Stellare, un'alleanza fra gli stati feudali, terminò le guerre e generò un periodo di stabilità politica e di cooperazione piuttosto duraturo (un'epoca, in seguito chiamata "Età dell'Oro").
L'alleanza, fu però sciolta nel 2781, a seguito di una lunga e tragica guerra civile interplanetaria.

Le Guerre di Successione e l'Invasione dei Clan[modifica | modifica sorgente]

Dopo la caduta della Lega Stellare, le cosiddette Guerre di Successione, per due secoli e mezzo imperversarono inseguendo l'intento di ottenere la supremazia sulla Inner Sphere.

Nel 3050, i discendenti dei militari inquadrati nella Forza di Difesa della Lega Stellare, che al termine della lotta civile del XXVIII secolo si erano allontanati dalla Inner Sphere, tornarono minacciosi dalla lontana periferia: ebbe così inizio, con l'Operazione Revival, l'Invasione dei Clan. Tale campagna aveva come "obiettivo formale" quello di liberare la popolazione della Inner Sphere dall'avidità e la corruzione degli Stati Successori e di riunirli sotto l'egida di una seconda Lega Stellare.

La capacità militare degli invasori fu tale che, nel corso del primo anno di guerra, vennero sottomessi due centinaia di mondi colonizzati. L'avanzata dei Clan contro gli Stati Successori rimase inarrestabile, finché la ComStar (influente organizzazione politico-religiosa terrestre) sfidò i Clan stessi in una battaglia decisiva sul pianeta semi-abitato di Tukayyid, nel 3052 (uno schieramento della ComStar si scontrò contro le forze iper-tecnologiche dei Clan, sulle colline e le pianure di quel mondo, per ventuno giorni), imponendosi in tale scontro e guadagnando, in tal modo, una tregua relativa di 15 anni.
Nel corso dei primi anni di questo periodo, le Grandi Casate nobiliari si riorganizzarono ed allearono, preparandosi a respingere definitivamente i Clan dai confini della Inner Sphere, a partire da un Clan specifico: quello degli Smoke Jaguar.
Nel 3058, le cinque Grandi Casate rifondano la Lega Stellare e ne approntano l'esercito: la Forza di Difesa della Lega Stellare.
La Task Force Serpent, l'unità multinazionale prescelta per destabilizzare le forze dei Clan, nel 3059, con l'Operazione Bird Dog si accinse (per azione di una guerriglia tesa a preparare una vera e propria campagna militare), a riscattare la Zona di Occupazione Smoke Jaguar.
Uno degli obiettivi principali di questa prima missione era quello di liberare Port Arthur, un pianeta rilevante per i rifornimenti di piattaforme orbitali e spazioporti di grandi dimensioni.
I MechCommander (ufficiali di rango delle Forze Armate del Commonwealth Federativo, nazione nata dal "matrimonio" fra i Soli Confederati e il Commonwealth Lirico), vengono impiegati per la prima volta proprio durante la riconquista di Port Arthur.

Contesto attuale[modifica | modifica sorgente]

Nel quadro dell'Operazione Bird Dog, la compagnia Zulu del 1º Reggimento delle Guardie di Davion, sotto la supervisione del colonnello Reese (compagnia appartenente alla Task Force Serpent e al Commonwealth Federativo), diventa la protagonista nella cattura delle forze Smoke Jaguar, presenti su Port Arthur.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Il gioco è uno strategico/tattico in cui si deve organizzare l'azione di un pool di mech.
Nei livelli impegnativi, al fine di facilitare le missioni più lunghe, gli sviluppatori hanno messo a disposizione dell'utenza, veicoli di assistenza che prestano soccorso ai mech danneggiati, o rimasti sprovvisti di munizionamento.

Risulta proficuo usufruire della morfologia di ciascuna mappa per organizzare la tattica di gioco (preparando, a titolo di esempio, strategie di imboscata).

In alcune occasioni, al giocatore vengono resi disponibili particolari interventi di gioco, come l'appoggio tattico di aerei bombardieri, sonde che individuano la posizione dei segnali radar nell'area designata, aerei spia che rivelano direttamente porzioni dell'area di gioco occultate mediante il metodo della fog of war.

MechWarrior[modifica | modifica sorgente]

I piloti dei BattleMech (definiti MechWarrior), nel corso della battaglia possono patire danni fisici o subire la perdita della vita. In caso di ferimento, al pilota vengono sottratti punti-vita, che potrà recuperare, con maggiore rapidità, non venendo riassegnato alla missione seguente.

Non tutti i piloti possono, fin dalle prime battute, essere posti alla guida dei BattleMech dotati di una superiore potenza: le loro capacità, infatti, si evolvono nel corso delle missioni (attitudine alla mira, al manovrare, all'interpretazione dei sensori di bordo, ecc.), incrementando anche il loro livello di esperienza.

Quattro, sono i livelli di esperienza conseguibili per un MechWarrior:

  • Novellino: capacità di pilotare solo mech leggeri;
  • Regolare: capacità di guidare, con profitto, anche mech di stazza media;
  • Veterano: possibilità di pilotare con maggior vantaggio ogni tipo di mech, esclusi quelli di classe Assalto;
  • Elite: possibilità di pilotare ogni tipo di mech (con profitto), compresi quelli di classe Assalto.

A seconda dell'esperienza maturata, i MechWarrior possono pilotare con maggior profitto i vari modelli di mech presenti in MechCommander. Assegnare a un pilota i comandi di uno chassis che non è qualificato a condurre, determina una diminuita potenza d'attacco del BattleMech, la cui entità è in rapporto di correlazione con la differenza di abilità posseduta.

Fazioni[modifica | modifica sorgente]

Tabelle riassuntive delle fazioni[3] che si contendono lo spazio della Inner Sphere, nel periodo in cui è ambientato MechCommander[4][5]:

GRANDI CASATE NOBILIARI (e pertinenti colori simbolici)
STATO SUCCESSORE CASATA CAPO DI STATO GOVERNO CITTÀ E PIANETA CAPITALE LINGUE DOMINANTI ANNO DI FONDAZIONE
Soli Confederati Davion Primo Principe Aristocrazia Costituzionale New Avalon City, New Avalon Inglese, Francese, Tedesco 2317
Commonwealth Lirico Steiner Arconte Monarchia Costituzionale Tharkad City, Tharkad Inglese, Tedesco, Gaelico scozzese, Italiano, Francese 2341
Lega Draconis Kurita Coordinatore Autocrazia Imperial City, Luthien Giapponese, Arabo, Inglese 2319
Confederazione di Capella Liao Cancelliere Dittatura Zi-jin Cheng, Sian Cinese (Mandarino e Cantonese), Russo, Inglese, Hindi 2366
Lega dei Mondi Liberi Marik Capitano-Generale Confederazione Parlamentare Atreus City, Atreus Inglese, Spagnolo, Greco, Romeno, Urdu 2271
CLAN (e pertinente colore simbolico)
CAPO DI STATO GOVERNO CITTÀ E PIANETA CAPITALE LINGUE DOMINANTI ANNO DI FONDAZIONE
ilKhan Gerarchia militare organizzata su base castale Katyusha, Strana Mechty Inglese, Russo 2807

BattleMech[modifica | modifica sorgente]

Il gioco offre tipologie di mech (definiti BattleMech) di classi distinte: Leggero, Medio, Pesante e d'Assalto. In MechCommander, le possibilità di personalizzazione dei vari modelli sono ridotte, limitandosi alle sole varianti di configurazione:

  • Armour: variante che predilige lo spessore dell'armatura, a scapito della capacità di installare armi;
  • Weapon: configurazione che predilige la capacità di carico delle armi, alla protezione fornita dalla corazza;
  • Jump: variante munita di jet di salto (per eseguire moderati balzi), ma con minori possibilità dal lato corazza e armi.

Una volta determinato modello e variante, sarà possibile personalizzare il BattleMech con armi e sensori, tenendo conto del limite di carico. Solo su alcuni modelli poi, è consentito installare sensori e sistemi di occultamento radar di tipo avanzato, a prescindere dal carico massimo previsto per ciascun modello.

Di seguito, i modelli di BattleMech disponibili in MechCommander (le descrizioni si riferiscono all'equipaggiamento dei vari mech in versione standard) con la seguente legenda:

  • Inner Sphere/Clan: tipo, categoria di appartenenza generica
  • A: variante "Armor" (corazzata)
  • W: variante "Weapon" (dotata di armamento più pesante)
  • J: variante "Jump" (munita di jet di salto)
  • M\s: velocità del mech espressa in metri al secondo

Le varianti Armor e Jump hanno la medesima capacità di carico e lo stesso equipaggiamento.

Classe leggera[modifica | modifica sorgente]

Commando[modifica | modifica sorgente]

Inner Sphere, 25 tonnellate, 27 m\s, salto medio, struttura: leggero, corazza: leggero, capacità di carico: A\J - 16.0, W - 19.0

A\J - 1 Laser, 4 SRM, 1 sensore base

W - 2 Laser, 1 Streak srm, 1 sensore base

Il Commando è un BattleMech da ricognizione, opportuno in particolar modo per rivelare zone della mappa "oscurate" dalla cosiddetta "nebbia di guerra".

Firestarter[modifica | modifica sorgente]

Inner Sphere, 30 tonnellate, 27 m\s, salto medio, struttura: leggero, corazza: leggero, capacità di carico: A\J - 19.00, W - 22.00

A\J - 2 Lanciafiamme pesanti, 1 SRM, 1 sensore base

W - 1 Laser, 2 SRM, 1 PPC, 1 sensore base.

Uller[modifica | modifica sorgente]

Clan, 30 tonnellate, 27 m\s, salto medio, struttura: leggero, corazza: leggero, capacità di carico: A\J - 21.0, variante W - 25.0

A\J - 1 Clan streak SRM, 2 Clan ER Laser, 1 Clan Ultra Auto Cannon leggero, 1 sensore standard dei Clan

W - 2 Clan streak SRM, 2 Clan ER Laser, 1 Clan Ultra Auto Cannon leggero, 1 sensore standard dei Clan

L'Uller, chiamato così in onore di un dio della mitologia norrena, è un mech leggero con una discreta capacità di carico. L'armamento base comprende armi che vanno dal corto al lungo raggio.

Raven[modifica | modifica sorgente]

Inner Sphere, 35 tonnellate, 27 m\s, salto medio, struttura: media, corazza: A - media, W\J - leggera, capacità di carico: A\J - 19, W - 22.0

A\J - 2 Laser, 2 SRM, 1 Strk SRM, 1 Guardian ECM Suite, 1 Beagle Probe, 1 sensore avanzato

W - 2 Laser, 1 Strk SRM, 1 Large Laser, 1 Guardian ECM Suite, 1 Beagle Probe, 1 sensore avanzato

BattleMech da ricognizione che monta sensori avanzati: il Guardian ECM suite, il Beagle Active Probe ed il sensore a lungo raggio (strumenti che permettono di rilevare altri mech anche a grandi distanze e d'interferire coi loro sensori, accorciandone il raggio).

Cougar[modifica | modifica sorgente]

Clan, 35 tonnellate, 27 m\s, salto medio, struttura: media, corazza: A - media, W\J - leggera, capacità di carico: A\J - 28, W - 34

A\J - 1 Lanciafiamme pesante dei Clan, 1 Large Laser dei Clan, 3 Clan LRM, 1 sensore standard dei Clan

W - 2 Large Laser dei Clan, 4 Clan SRM, 1 Sensore Standard dei Clan

Il Cougar, in configurazione Armor, ha una notevole capacità di carico e una buona blindatura. La configurazione Weapon sacrifica l'armatura, in favore di una capacità di carico maggiore.

Classe media[modifica | modifica sorgente]

Hollander II[modifica | modifica sorgente]

Inner Sphere, 45 tonnellate, 24 m\s, salto corto, struttura: media, corazza: A - media, W\J - leggera, capacità di carico: A\J - 25.5, W - 30.00

A\J - 1 Laser, 1 Streak SRM, 1 Fucile Gauss, 1 sensore di base

W - 1 Laser, 1 Large Laser, 1 Fucile Gauss, 1 sensore di base.

Hunchback[modifica | modifica sorgente]

Inner Sphere, 50 tonnellate, 18 m\s, salto corto, struttura: pesante, corazza: media, capacità di carico: A\J - 28.5, W - 33.0

A\J - 2 Laser, 1 Autocannon pesante, 1 sensore di base

W - 1 Laser, 1 Autocannon pesante, 1 Large Laser, 1 sensore di base.

Hunchback IIC[modifica | modifica sorgente]

Clan, 50 tonnellate, 18 m\s, salto corto, struttura: pesante, corazza: A - media, W\J - leggera, capacità di carico: A\J - 35.5, W - 45.5

A\J - 1 Lanciafiamme pesante dei Clan, 1 Laser a impulsi dei Clan, 1 Autocannon Ultra dei Clan, 2 ER Laser dei Clan, 1 sensore Standard dei Clan

W - 1 Lanciafiamme pesante dei Clan, 2 Ultra dei Clan, 1 ER Laser dei Clan, 1 Sensore base dei Clan

Evoluzione dell'Hunchback. Risalta per la grande capacità di carico, anche nelle varianti Armor e Jump.

Centurion[modifica | modifica sorgente]

Inner Sphere, 55 tonnellate, 18 m\s, salto corto, struttura: pesante, corazza: media, capacità di carico: A\J - 31.5, W 36

A\J - 2 Lasers, 1 Autocannon, 2 LRM, 1 sensore di base

W - 1 PPC, 1 Autocannon, 2 LRM, 1 sensore di base

Il Centurion è un mech versatile, che monta armi di ogni gittata. Il carico equipaggiabile è inferiore rispetto all'Hunchback IIC (variante W); ha la capacità del IIC variante A, ma può giovarsi di una blindatura di maggior spessore.

Classe pesante[modifica | modifica sorgente]

Vulture[modifica | modifica sorgente]

Clan, 60 tonnellate, 24 m\s, salto corto, struttura: pesante, corazza: media, capacità di carico: A\J - 46, W - 52

A\J - 2 Clan Large Pulse Laser, 8 Clan LRM Rack, 1 sensore di base dei Clan

W - 2 Clan Large Pulse Laser, 2 Clan ER Large Laser, 8 Clan LRM Rack, 1 sensore di base dei Clan.

Catapult[modifica | modifica sorgente]

Inner Sphere, 65 tonnellate, 18 m\s, salto corto, struttura: pesante, corazza: A - pesante, W\J - media, capacità di carico: A\J - 36, W - 40

A\J - 2 Pulse Laser, 6 LRM, 1 sensore di base

W - 1 Laser, 1 Large Pulse Laser, 6 LRM, 1 sensore di base.

Loki[modifica | modifica sorgente]

Clan, 65 tonnellate, 24 m\s, salto corto, struttura: pesante, corazza: media, capacità di carico: A\J - 50.5, W - 56.5

A\J - 2 Clan Streak SRM, 4 Clan ER Laser, 1 Clan Ultra AC, 1 Clan ER PPC, 1 sensore di base dei Clan

W - 2 Clan Streak SRM, 2 Clan Large ER Laser, 2 Clan Gauss Rifle, 1 sensore di base dei Clan.

Veicoli[modifica | modifica sorgente]

Sono presenti anche alcuni veicoli di supporto, come i blindati da ricognizione, i posamine, i dragamine e le postazioni radar mobili.

MechCommander GOLD[modifica | modifica sorgente]

MechCommander GOLD, uscito nel 1999 (sviluppato FASA Studio e pubblicato da Hasbro Interactive) è la versione di MechCommander che include l'espansione MechCommander: Desperate Measures; contiene anche una nuova campagna, sei nuovi BattleMech ed ulteriori armi. Inoltre, in tale edizione è possibile selezionare il livello di difficoltà. A differenza del gioco base, non è disponibile la localizzazione in lingua italiana.

A seguire, i modelli di BattleMech aggiunti in MechCommander GOLD:

Modello Classe Stazza Max (t) Produttore industriale Tipo
Stiletto Leggero 35 Coventry Metal Works Inner Sphere
Shadow Cat Medio 45 Barcella Beta Clan
Bushwacker Medio 55 TharHes Industries Inner Sphere
Nova Cat Pesante 70 Barcella Alpha, Irece Alpha Clan
Turkina Assalto 85 Ironhold Beta Complex, Olivetti Weapons Clan
Mauler Assalto 90 Luthien Armor Works Inner Sphere

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ BattleTech: the board game of armored combat
  2. ^ The MechCommander series is now free for download
  3. ^ Touring the Stars. URL consultato il 31-03-2013. PDF
  4. ^ Great Houses.
  5. ^ The Clans.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi