Mea culpa (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mea culpa
Artista Clementino
Tipo album Studio
Pubblicazione 28 maggio 2013[1]
Durata 65 min : 30 s
Dischi 1
Tracce 17 (+1 bonus track CD fisico; +1 bonus track di iTunes)
Genere Rap
Conscious rap
Elettrorap
Hip house
Pop rap
Etichetta Universal Music, Tempi Duri
Produttore DJ Shablo[2]
Registrazione 2011–2013
Formati CD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Italia Italia
(Vendite: 30.000+)
Clementino - cronologia
Album precedente
(2013)
Album successivo
Logo
Logo del disco Mea culpa
Singoli
  1. 'O vient
    Pubblicato: 3 maggio 2013
  2. Il re lucertola
    Pubblicato: 30 luglio 2013
  3. Fratello
    Pubblicato: 6 settembre 2013
  4. Buenos Aires/Napoli
    Pubblicato: 31 gennaio 2014
  5. Giungla
    Pubblicato: 13 maggio 2014

Mea culpa è il terzo album in studio del rapper italiano Clementino, pubblicato il 28 maggio 2013 per la Universal Music.[1]

L'album era inizialmente previsto per la pubblicazione già nel 2012 (come aveva annunciato lo stesso rapper in un'intervista a Radio2).[3] Successivamente la pubblicazione è stata posticipata più volte fino all'11 aprile 2013, quando il rapper ha annunciato in un video indirizzato ai suoi fan che l'album sarebbe stato pubblicato nel mese di maggio 2013.[2][4]

La pubblicazione dell'album è avvenuta sotto la Tempi Duri Records, etichetta in collaborazione con la Universal fondata dal rapper Fabri Fibra, ed è stata anticipata dal singolo 'O vient. Il 14 maggio 2013 l'album è stato reso disponibile per il preordine sull'iTunes Store.

L'album è composto da 17 tracce con l'aggiunta di due tracce bonus: Messaggeri del Vesuvio (presente solo nella versione fisica dell'album) e Tekken 3 (presente nella versione di iTunes). Vi sono collaborazioni sia con rapper come Marracash e Fabri Fibra che con cantautori di fama come Jovanotti e Gigi Finizio.[1] Le produzioni sono in gran parte curate da DJ Shablo, ma sono presenti nell'album anche beatmaker come Don Joe (membro dei Club Dogo) e Fritz da Cat.

La creazione della copertina è stata affidata a Corrado Grilli, in arte Mecna.[5]

L'album è entrato direttamente alla quarta posizione della classifica italiana degli album.[6]

Il 6 giugno 2014 l'album viene certificato disco d'oro dalla Federazione Industria Musicale Italiana.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Titolo[modifica | modifica sorgente]

In un'intervista per Sky Sport 24, Clementino ha affermato che il titolo dell'album è dovuto a tutti gli sbagli che ha commesso (essendo il Mea culpa una preghiera d'invocazione al perdono), anche se generalmente sta a rappresentare gli sbagli commessi dalle persone. In un'altra intervista ha affermato che voleva che il titolo del suo nuovo album avesse anche le stesse iniziali del suo nome (Maccaro Clemente).

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Per promuovere Mea culpa Clementino ha fatto degli instore nelle librerie delle città più importanti d'Italia per incontrare i propri fan e firmare le copie del suo nuovo disco. Il primo instore si è svolto a Nola il 27 maggio 2013 (in anteprima nazionale) mentre l'ultimo si è tenuto il 2 giugno a Torino. Gli instore hanno avuto un buon successo: nell'instore svoltosi a Marcianise (in provincia di Caserta) sono accorsi più di 2000 fan del rapper che hanno fatto registrare il tutto esaurito.

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Dall'album sono stati estratti cinque singoli. Il primo di essi è stato 'O vient, pubblicato il 3 maggio 2013 sull'iTunes Store. Nello stesso giorno è stato pubblicato il relativo videoclip, diretto da Calu.

Il secondo singolo è stato Il re lucertola, in duetto con Il Cile e pubblicato il 30 luglio 2013 sull'iTunes Store come singolo della settimana.

Il terzo estratto dall'album è stato Fratello, realizzato con la partecipazione del noto cantautore Jovanotti ed entrato in rotazione radiofonica il 6 settembre 2013.[7] Il video ufficiale del brano è stato pubblicato l'11 ottobre 2013.

Il quarto brano ad essere pubblicato è stato Buenos Aires/Napoli (in collaborazione coi Negrita), pubblicato contestualmente al video ufficiale il 31 gennaio 2014.[8]

Il quinto ed ultimo singolo è stato Giungla, in featuring con Rocco Hunt, pubblicato il 13 maggio 2014.[9]

Giudizio della critica[modifica | modifica sorgente]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Epì Paidèia favorevole[10]
Hano favorevole[11]
HipHopRec favorevole[12]
myHipHop favorevole[13]
RapBurger 7.7/10 stelle[14]

L'album è stato accolto abbastanza positivamente dalla maggior parte dei critici specializzati in musica rap, anche se non ha ottenuto il riscontro critico del suo predecessore I.E.N.A..

Nicola Pirozzi di myHipHop ha enfatizzato la presenza nel disco di tracce come Aquila reale, Pianoforte a vela, Mea culpa e 'O vient (aggiungendo che quest'ultima è la più intensa mai scritta da Clementino). Giorgio Quadrani, della RapBurger, ha affermato che l'album è "uno dei migliori lavori tra quelli lanciati dalle major discografiche nell’arco degli ultimi anni", elogiando particolarmente la scelta delle collaborazioni.

Polemiche[modifica | modifica sorgente]

Il brano Amsterdam è stato vittima di alcune polemiche in quanto contenente delle provocazioni verso il giornalista de l'Espresso Riccardo Bocca.[15] Nella versione del brano presente nell'album la parola "Espresso" è stata censurata.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Amsterdam – 3:37 (C. MaccaroFritz da Cat)
  2. 'O vient – 4:05 (C. Maccaro – DJ Shablo)
  3. Questa volta (feat. Fabri Fibra) – 4:28 (C. Maccaro, F. Tarducci – DJ Shablo)
  4. Mea culpa (feat. Meg) – 3:34 (C. Maccaro, M. Di Donna – DJ Shablo, DJ Nais)
  5. Aquila reale – 3:21 (C. Maccaro – Big Joe)
  6. Fratello (feat. Jovanotti) – 2:50 (C. Maccaro, L. Cherubini – DJ Shablo)
  7. Buenos Aires/Napoli (feat. Negrita) – 3:56 (C. Maccaro, P. Bruni – DJ Shablo, Drigo, Mac)
  8. Dalle palazzine (feat. Marracash, Noyz Narcos, Ntò & Paura) – 4:52 (C. Maccaro, E. Frasca, F. Rizzo, A. Riccardi, F. CurciDon Joe)
  9. Alto livello – 3:15 (C. Maccaro – Deleterio, DJ Snatch)
  10. Sei come sei (feat. Gigi Finizio & Ntò) – 3:36 (C. Maccaro, A. Riccardi, G. Finizio – DJ Shablo, DJ Nais)
  11. Giungla (feat. Rocco Hunt) – 3:33 (C. Maccaro, R. Pagliarulo – Big Joe)
  12. Pianoforte a vela – 4:07 (C. Maccaro – DJ Shablo)
  13. Senza pensieri (feat. TheRivati) – 4:56 (C. Maccaro, P. Maccaro – Manu PHL, M. Cassese)
  14. Che hit – 3:53 (C. Maccaro – Mace)
  15. Va bene così – 4:04 (C. Maccaro – Medeline)
  16. Clementonik – 3:26 (C. Maccaro – Hidden Trippers)
  17. Il re lucertola (feat. Il Cile) – 3:57 (C. Maccaro, L. Cilembrini – Fritz da Cat)
Bonus track CD fisico[16]
  1. Messaggeri del Vesuvio (feat. Speaker Cenzou, Shaone, Zin, Ekspo, Polo, Svez, Dope One, Kapwan, Op'rot, Rob Shamantide, Rametto & Uomodisu) – 6:24 (C. Maccaro, V. Artigiano, P. Romano, A. Zingone, S. Esposito, A. Cretara, M. Mignano, I. Rovati Devita, M. Russo, C. Perrotta, R. Ciarambino, A. Greco, P. De Rosa – DJ Shablo)
Bonus track di iTunes[17]
  1. Tekken 3 (feat. Ensi & Kiave) – 4:37 (C. Maccaro, J. Vella, M. Filice – Big Joe)

Mea culpa (Gold Edition)[modifica | modifica sorgente]

Per celebrare il disco d'oro ottenuto da Mea culpa, il 16 settembre esce una riedizione dell'album contenente un secondo disco di inediti e rarità intitolato Mea grandissima culpa.

  1. Napoli Zoo Safari (feat. El Koyote) – 3:09
  2. Quei bravi ragazzi (Gué Pequeno feat. Clementino) – 4:02
  3. Gioventù bruciata (Fritz da Cat feat. Clementino) – 3:57
  4. Tutto a posto (Deleterio feat. Clementino & Roy Paci) – 3:14
  5. Made in Italy – 1:38
  6. Tekken 3 (feat. Ensi & Kiave) – 4:37
  7. Pianoforte a vela (unplugged) – 3:42
  8. Aquila reale (unplugged) – 3:25
  9. 'O vient (unplugged) – 4:05
  10. Chernobyl (feat. Dope One) – 4:38

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Clementino mentre abbraccia il cantante e fratello Paolo Maccaro, presente nel brano Senza pensieri.

Altri musicisti[modifica | modifica sorgente]

  • Fabri Fibra – voce aggiuntiva (traccia 3)
  • Meg – voce aggiuntiva (traccia 4)
  • Jovanotti – voce aggiuntiva (traccia 6)
  • Negrita
  • Marracash e Noyz Narcos – voce aggiuntiva (traccia 8)
  • Ntò – voce aggiuntiva (tracce 8 e 10)
  • Paura – voce aggiuntiva (traccia 8)
  • DJ Snatch – scratch (traccia 9)
  • Gigi Finizio – voce aggiuntiva (traccia 10)
  • Rocco Hunt – voce aggiuntiva (traccia 11)
  • TheRivati
    • Paolo Maccaro – voce aggiuntiva (traccia 13)
    • Marco Cassese – chitarra aggiuntiva (traccia 13)
  • Il Cile – voce aggiuntiva (traccia 17)
  • Speaker Cenzou, Shaone, Zin, Ekspo, Polo, Svez, Dope One, Kapwan, Op'rot, Rob Shamantide, Rametto e Uomodisu – voce aggiuntiva (traccia 18)
  • Ensi e Kiave – voce aggiuntiva in Tekken 3

Produzioni[modifica | modifica sorgente]

  • Fritz da Catproduzione (tracce 1 e 17)
  • DJ Shablo – produzione (tracce 2–4, 6–7, 10, 12 e 18)
  • Big Joe – produzione (tracce 5, 11 e Tekken 3)
  • Don Joe – produzione (traccia 8)
  • Deleterio – produzione (traccia 9)
  • Manu PHL – produzione (traccia 13)
  • Mace – produzione di Che hit
  • Medeline – produzione (traccia 14)
  • Hidden Trippers – produzione (traccia 16)

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2013) Posizione
massima
Italia[6] 4

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Il nuovo album MEA CULPA uscirà il 28 Maggio!!!, Facebook.
  2. ^ a b "Mea culpa" è il nome del nuovo album di Clementino, RapBurger.
  3. ^ Questa sera Radio2 Rai !!! Dal mio amico Alessio Bertallot !!! ore 22:40 ! Sintonizzatevi !, Facebook.
  4. ^  (IT) Clementino - New Album 2013. YouTube. URL consultato in data 12 aprile 2013.
  5. ^ Artwork by Corrado "Mecna" Grilli, Facebook.
  6. ^ a b Classifica settimanale dal 27/05/2013 al 02/06/2013, FIMI. URL consultato il 6 giugno 2013.
  7. ^ Eleonora Forastiero, Clementino - Fratello (feat. Jovanotti) (Radio Date: 06-09-2013), EarOne, 4 settembre 2013. URL consultato il 12 settembre 2014.
  8. ^ Eleonora Forastiero, Clementino - Buenos Aires / Napoli (feat. Negrita) (Radio Date: 31-01-2014), EarOne, 28 gennaio 2013. URL consultato il 12 settembre 2014.
  9. ^ Radio Date - Clementino, EarOne. URL consultato il 12 settembre 2014.
  10. ^ "Mea culpa" di Clementino (recensione), Storia della musica. URL consultato il 7 luglio 2013.
  11. ^ Clementino – Mea culpa (recensione), Hano. URL consultato il 7 luglio 2013.
  12. ^ Clementino - Mea culpa, HipHopRec. URL consultato il 7 luglio 2013.
  13. ^ Clementino – Mea culpa (recensione), myHipHop. URL consultato il 7 luglio 2013.
  14. ^ [RECENSIONE] Clementino – Mea culpa, RapBurger. URL consultato il 7 luglio 2013.
  15. ^ Il bambino Clementino, l'Espresso. URL consultato il 22 maggio 2013.
  16. ^ Presente solo nella versione fisica dell'album.
  17. ^ Clementino - Mea culpa (Bonus Track Version), iTunes.