Maximiliano Richeze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maximiliano Richeze
Dati biografici
Nome Maximiliano Ariel Richeze Araquistain
Nazionalità Argentina Argentina
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Squadra Lampre Lampre
Carriera
Squadre di club
2006-2007 Panaria Panaria
2008-2009 CSF Group CSF Group
2010 CDC-Cavaliere CDC-Cavaliere
2011 D'Angelo & Anten. D'Angelo & Anten.
2012 Team Nippo Team Nippo
2013 Lampre Lampre
Nazionale
2003- Argentina Argentina
 

Maximiliano Ariel Richeze Araquistain (Buenos Aires, 7 marzo 1983) è un ciclista su strada e pistard argentino che corre per la Lampre-Merida. Ha vinto due tappe al Giro d'Italia 2007.

Ha tre fratelli, tutti ciclisti: Roberto Antonio, il maggiore, che gareggia per il team Ora Hotels-Carrera, Mauro Abel, suo compagno di squadra nel Team Nippo, e Adrián, il minore dei quattro, che corre tra i dilettanti.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Gli esordi e il debutto tra i pro[modifica | modifica sorgente]

Richeze si mise in luce già nelle categorie giovanili, dove le sue doti di velocista gli consentirono di conquistare diverse vittorie sia in patria sia in Italia. Soprattutto nel 2005, quando militava nella formazione dilettantistica Filmop-Parolin-Sorelle Ramonda, riuscì ad imporsi in alcune tra le più importanti corse del calendario, come Astico-Brenta, Circuito del Porto e una tappa al Giro del Veneto e delle Dolomiti; inoltre si aggiudicò anche il Campionato panamericano.

Risultati così importanti gli valsero il passaggio al professionismo nelle file della Ceramiche Panaria-Navigare per la stagione 2006. Già nelle prime gare mostrò le sue qualità e così al Tour de Langkawi agli inizi di febbraio arrivò subito la prima vittoria da professionista. Seguirono poi diversi piazzamenti in gare come la Vuelta a Murcia (due secondi posti di tappa) e il Giro del Trentino (secondo nell'ultima tappa), cosicché venne selezionato per il Giro d'Italia. Nonostante fosse al primo anno da professionista, riuscì a giungere fino a Milano dove, nell'ultima tappa, conquistò il suo miglior piazzamento, giungendo secondo alle spalle del tedesco Robert Förster.

Le vittorie al Giro 2007[modifica | modifica sorgente]

I buoni risultati gli valsero la rincoferma anche per il 2007, anno in cui riuscì a migliorarsi ulteriormente: vinse nuovamente una tappa del Tour de Langkawi, con numerosi piazzamenti nelle altre frazioni, ed una tappa al Giro del Trentino. Venne così nuovamente inserito nella squadra che prese parte al Giro d'Italia. Inizialmente era delegato a partecipare agli sprint unitamente a Paride Grillo ma, già nelle prime frazioni, mostrò un buono stato di forma che gli consentì di piazzarsi costantemente nei primi dieci nelle volate e che lo portò a sfiorare il successo in due occasioni, battuto solo da Alessandro Petacchi. Anche in questo secondo anno portò a termine la "corsa rosa".

Successivamente, dopo la squalifica per doping di Petacchi e l'annullamento di tutte le vittorie ottenute nel 2007 dallo spezzino, a Richeze venne assegnato il successo nelle due frazioni in cui era giunto secondo, quella con arrivo a Riese Pio X e quella finale di Milano. La buona condizione mostrata al Giro consentì poi all'argentino di vincere la prima frazione del Giro del Lussemburgo; successivamente, dopo un periodo di riposo, si piazzò due volte terzo in due frazioni del Giro d'Irlanda.

La squalifica e il rientro[modifica | modifica sorgente]

Alla fine del 2007 la Panaria decise di abbandonare la sponsorizzazione della squadra ciclistica ma, assieme agli altri compagni di squadra ed ai nuovi acquisti, Richeze venne confermato per il 2008 nella nuova formazione denominata CSF Group-Navigare. Il 9 maggio 2008, a un giorno dal via del Giro d'Italia, l'argentino fu però accusato di aver assunto sostanze anabolizzanti (lo stanozololo) e quindi escluso dal Giro. Il controllo risaliva all'11 aprile al Circuit de la Sarthe[1]. Sospeso dalla squadra per tre mesi, Richeze venne successivamente squalificato fino al 9 maggio 2010; i risultati ottenuti dal 10 maggio 2008 vennero inoltre annullati.

Scontata la squalifica, nel 2011 Richeze torna alle corse unendosi alla neonata D'Angelo & Antenucci-Nippo, formazione Continental con cui coglie subito dei piazzamenti sul podio nel Tour de San Luis,[2] oltre al sesto posto al Gran Premio Costa degli Etruschi. Nel prosieguo di stagione torna quindi alla vittoria, aggiudicandosi tre vittorie di tappa al Giro di Slovacchia e una al Tour de Kumano.

Il 2012[modifica | modifica sorgente]

Nel 2012 rimane sotto la guida di Alberto Elli, al Team Nippo. Inizia la stagione sudamericana con alcuni piazzamenti tra Vuelta a Chile e Tour de San Luis, mentre in Italia è quinto al Gran Premio Costa degli Etruschi e terzo in una tappa del Giro della Provincia di Reggio Calabria. Alla Vuelta de Mendoza consegue le prime vittorie stagionali, aggiudicandosi tre tappe; vince poi la prova in linea dei campionati panamericani, davanti al fratello Mauro,[3] e una tappa alla Settimana Internazionale Coppi e Bartali[4]

In maggio si aggiudica una frazione al Tour of Japan e una al Tour de Kumano, competizioni in territorio giapponese. Partecipa quindi al Tour de Serbie vincendo tre tappe, sempre allo sprint.[5] Questi risultati lo portano ad essere convocato nella Nazionale argentina per le due prove su strada, in linea e a cronometro, dei Giochi olimpici di Londra.[6][7]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Strada[modifica | modifica sorgente]

  • 2008 (CSF Group-Navigare, quattro vittorie)
2ª tappa Tour de San Luis
5ª tappa Circuit de la Sarthe
6ª tappa Presidential Cycling Tour of Turkey
7ª tappa Presidential Cycling Tour of Turkey
  • 2011 (D'Angelo & Antenucci-Nippo, quattro vittorie)
1ª tappa Tour de Kumano
1ª tappa Okolo Slovenska
6ª tappa Okolo Slovenska
7ª tappa Okolo Slovenska
  • 2012 (Team Nippo, sedici vittorie)
2ª tappa Vuelta a Mendoza
7ª tappa Vuelta a Mendoza
9ª tappa Vuelta a Mendoza
Campionati panamericani, Prova in linea
2ª tappa Tour of Japan
1ª tappa Tour de Kumano
1ª tappa Tour de Serbie
5ª tappa Tour de Serbie
6ª tappa Tour de Serbie
1ª tappa Vuelta a Venezuela
7ª tappa Vuelta a Venezuela
8ª tappa Vuelta a Venezuela
10ª tappa Vuelta a Venezuela
2ª tappa Tour de Hokkaido
3ª tappa Tour de Hokkaido
Classifica generale Tour de Hokkaido

Pista[modifica | modifica sorgente]

Campionato argentino di ciclismo su pista, Chilometro da fermo

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

2006: 138º
2007: 92º
2014: non partito (6ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

2006: 141º
2007: 111º
2008: 23º
2014: 83º
2013: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Giro, primo caso di doping Positivo Richeze della Csf in La Repubblica, 9 maggio 2008. URL consultato il 21-3-2010.
  2. ^ San Luis: Roberto Ferrari regala il primo sorriso alla Androni in Tuttobiciweb.it. URL consultato il 21 gennaio 2011.
  3. ^ Giochi Panamericani in linea, è Richeze show: Maxi su Mauro. Yumari Valdivieso tra le donne in cicloweb.it, 11 marzo 2012. URL consultato il 12 marzo 2012.
  4. ^ Prima tappa Coppi e Bartali: Max Richeze vince la volata del gruppo ed è nono, team-nippo.com, 20 marzo 2012. URL consultato il 21 marzo 2012.
  5. ^ Richeze vince ancora in Serbia: stavolta 2° è Roberto Cesaro. A Schumacher la generale, cicloweb.it, 17 giugno 2012. URL consultato il 14 luglio 2012.
  6. ^ Londra 2012, l'Argentina sceglie Maximiliano Richeze, spaziociclismo.it, 15 giugno 2012. URL consultato il 14 luglio 2012.
  7. ^ Doppio impegno per Maximilian Richeze alle Olimpiadi di Londra, Team Nippo, 3 luglio 2012. URL consultato il 14 luglio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]