Maxime Le Forestier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maxime Le Forestier
Nazionalità Francia Francia
Genere Musica d'autore
Periodo di attività 1968 – in attività
Strumento Chitarra
Etichetta Polydor

Maxime Le Forestier, nato Bruno Le Forestier (Parigi, 10 febbraio 1949), è un cantautore francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Le Forestier nacque a Parigi il 10 febbraio 1949, da padre inglese e madre francese. Inizia a suonare ai tempi del liceo. Le prime esperienze musicali vengono vissute assieme ad una delle sue due sorelle, Caterina, con la quale formò un duo.

Il cantante attore francese di origini italiane Serge Reggiani interpretò nel 1968 un brano di Maxime Le Forestier: Ballade pour un Traître.

Il primo 45 giri di Maxime, dal titolo Cœur de Pierre, Face de Lune et La Petite Fugue, uscì nel 1969.

Il servizio militare prestato nel corpo dei paracadutisti ispirò la canzone Parachutiste, il cui testo venne censurato: fu l’unica canzone il cui testo non venne stampato sulla copertina dell’album.

Il maggior successo di Maxime Le Forestier uscì nel 1971: San Francisco. Venne incluso nel primo album, Mon Frère, del 1972. Nel medesimo album sono contenuti altri brani divenuti dei classici della musica leggera francese: Mon frère, San Francisco, Comme un Arbre e Education Sentimentale.

Nel 1973 uscì l'album La Steak. Nello stesso anno venne registrato un live nel corso di un concerto tenuto a Parigi, al celebre teatro Olympia.

Nel 1979 uscì il primo di una serie di album di brani di Georges Brassens.

Nel 1980 realizzò un tour con il cantautore neozelandese Graeme Allwright e con la sorella Catherine. I ricavi del tour furono destinati all’associazione Partage, che si occupa della cura dei bambini del Terzo Mondo. Il concerto tenuto al Palais des Sports di Parigi venne registrato in un album live.

Seguirono anni non ricchi di successi, in cui Maxime compose anche per il cantante francese Julien Clerc. Il successo tornò nel 1987, con il brano Né Quelque Part.

Nel 1996, con l’album Passer Ma Route vinse la competizione canora Victoires de la Musique Maxime Le Forestier ha sostenuto la causa di diverse associazioni benefiche, che operano nell’assistenza ai bambini. Politicamente, Maxime Le Forestier è un simpatizzante del Partito Socialista.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Live[modifica | modifica sorgente]

Omaggio a Brassens[modifica | modifica sorgente]

Maxime Le Forestier ha reinterpretato integralmente l'opera di Georges Brassens, pubblicandola in 5 album ed in una versione integrale:

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

Maggiori successi[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Maxime Le Forestier ha effettuato il servizio militare presso il 13º Reggimento Dragoni Paracadutisti.

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • 1988: premio Victoire de la Musique, categoria canzone originale dell'anno perNé quelque part
  • 1996: premio Victoire de la Musique, categoria interprete maschile dell'anno

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 94670446 LCCN: n80151114