Max von Schillings

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max von Schillings in una fotografia di Nicola Perscheid.

Max von Schillings (Düren, 19 aprile 1868Berlino, 24 luglio 1933) è stato un compositore e direttore d'orchestra tedesco, reso celebre dall'opera Mona Lisa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello del fotografo Carl Georg, Schillings da giovane studiò violino, pianoforte e teoria musicale a Bonn, sotto la guida di Caspar Joseph Brambach e Otto von Königslow. In un secondo tempo si trasferì a Monaco di Baviera per iscriversi al corso universitario di giurisprudenza, filosofia e storia dell'arte nell'università locale.

Il primo ottobre del 1892 sposò Caroline Josefa Peil, dalla quale divorziò nel 1923. In seconde nozze sposò la cantante lirica Barbara Kemp.

Iniziò la sua carriera come direttore d'orchestra a Monaco, prima di trasferirsi a Stoccarda, dove assunse l'incarico di intendente al Königlichen Hoftheater, nel periodo che va dal 1908 al 1918. Nel 1925 prese il posto di Richard Strauss come direttore dello Staatsoper Unter den Linden di Berlino.

Dopo un lungo tour europeo ed americano, al suo ritorno in Germania, ricevette la nomina di presidente della "Accademia prussiana delle arti".

Tra le sue composizioni, annoveriamo diverse opere, melodrammi, musiche corali, musica da camera, concerti per violino e piano, musica sinfonica.[1]

Max von Schillings fu un oppositore della Repubblica di Weimar e un noto antisemita che partecipò apertamente alla espulsione di vari artisti ebraici dall'accademia, quali Thomas Mann e Arnold Schönberg.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956, pag.568

Controllo di autorità VIAF: 32184594 LCCN: n88039134