Max Martini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Martini (2009)

Maximilian Carlo Martini, noto come Max Martini (Woodstock, 11 dicembre 1969), è un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Woodstock (New York), ha vissuto gran parte dell'infanzia tra Stati Uniti, Canada e Italia. Figlio dell'investigatrice privata canadese Patricia Dunne e dello scultore e filosofo italiano Raffaele Martini Pandozy, nato a Roma e trasferitosi negli Stati Uniti nel 1967.[1] Ha un fratello e una sorella che lavorano entrambi nel mondo dello spettacolo; Christopher Martini (cineasta) e Michelle Martini (costumista). Dopo il divorzio dei genitori, la madre si è risposata con il regista e attore Stuart Margolin.

Trasferitosi a New York, inizia a studiare recitazione, prima alla Neighborhood Playhouse e successivamente ai Michael Howard Studios di Manhattan. Per un periodo accantona la recitazione e decide si seguire le ombre paterne studiando arte, si iscrive alla School of Visual Arts e consegue un BFA in scultura e pittura.[2]

Terminati gli studi inizia ad ottenere i primi ruoli cinematografici e televisivi, ha partecipato a film come Contact e Salvate il soldato Ryan. Poco più che ventenne, Martini aveva già debuttato come attore in varie produzioni dirette dal patrigno, Stuart Margolin, tra cui il film TV della HBO The Glitter Dome e la miniserie Donna d'onore.

In campo televisivo ha recitato in vari serial di successo quali Nash Bridges, Jarod il camaleonte e Profiler partecipando in questi ultimi a un crossover tra le due serie. Ha preso parte alla serie televisiva fantascientifica Level 9 e nella pluripremiata serie televisiva canadese Da Vinci's Inquest, inoltre ha avuto un ruolo nella miniserie diretta da Steven Spielberg Taken e ha interpretato il ruolo dell'agente Steve Goodrich nella seconda stagione di 24. Sempre in ambito televisivo ha lavorato in numerosi film televisivi ed è apparso come guest star ricorrente in note serie televisive tra le quali Crisis.

Nel 1999 ha scritto, co-diretto ed interpretato il film Desert Son, assieme al fratello minore Christopher. Martini diviene noto per il ruolo del sergente maestro Mack Gerhardt nella serie televisiva The Unit, ruolo che ha interpretato dal 2006 al 2009. Nel 2013 ha preso parte ai film Captain Phillips - Attacco in mare aperto e Pacific Rim.

Martini è attivo anche in ambito teatrale, è tra i fondatori del Theatre North Collaborative di New York, una compagnia teatrale incentrata su produzioni statunitensi e canadesi.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dal 1997 è sposato con l'attrice Kim Restell, da cui ha avuto due figli; Leo Martini e Sean Carlo Martini. Con la famiglia vive a Los Angeles.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Raffaele Martini Pandozy, martinipandozy-artaboutart.com. URL consultato il 2 gennaio 2014.
  2. ^ Max martini, mymovies.it. URL consultato il 2 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]