Max Hardcore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Max Hardcore
Max Hardcore
Max Hardcore e Layla Rivera
Dati biografici
Nome Paul F. Little
Data di nascita 10 agosto 1956 (57 anni)
Luogo di nascita Racine (Wisconsin)
Stati Uniti Stati Uniti
Dati fisici
Etnia caucasico
Colore bianca
Dati professionali
Altri pseudonimi Paul, Max Steiner, Sam, Rex Reamer, Video Paul, Paul Little, Sam Smythe
Orientamento eterosessuale
Film girati 485
Sito ufficiale

Max Hardcore, pseudonimo di Paul F. Little (Racine, 10 agosto 1956), è un attore pornografico, produttore cinematografico e regista statunitense, celebre esponente del porno gonzo, girato in digitale e senza trama.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Le sue produzioni sono generalmente considerate di ributtante volgarità, assai superiore a quella riscontrabile negli standard tipici del settore; non manca chi definisca i suoi film bassamente misogini.[1][2][3]

Rituale e ripetitiva la trama di gran parte dei film interpretati da Max, ove questi giunge ineluttabilmente a sodomizzare la giovane donna, propria coprotagonista. Nel 2001 e 2005 Max è coinvolto in un processo per "oscenità" da parte dello FBI;[4][5][1] condannato a quattro anni di carcere,[6] è stato rilasciato nel luglio 2011.

Max Hardcore, attualmente, ha una relazione con l'attrice pornografica Layla Rivera.

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • 2001: XRCO – Best Male-Female Scene
  • 2003: AVN Award – Best Anal Sex Scene (Video)
  • 2003: FICEB Award - People's choice; best director
  • 2004: AVN Award Hall of Fame
  • 2005: AVN Award Nominee – Most Outrageous Sex Scene (con Summer Luv)
  • 2007: Erotixxx / Eroticline Award - Beste Gonzo Serie
  • 2009: XRCO Award – Hall of Fame; Outlaws of Porn[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Sotto processo per... troppe oscenità distribuite online, punto-informatico.it. URL consultato il 10-04-2013.
  2. ^ (EN) FoundryMusic.com Max Hardcore Interview, FoundryMusic.com. URL consultato il 10-04-2013.
  3. ^ (EN) Devil in the Flesh, Minneapolis Arts, Minneapolis Arts 14-01-1998. URL consultato il 10-04-2013.
  4. ^ (EN) AVN Media Network; Max Hardcore – Free At Last!, AVN. URL consultato il 10-04-2013.
  5. ^ (EN) AVN; Motion To Dismiss Under Consideration In Max Hardcore Trial, AVN. URL consultato il 10-04-2013.
  6. ^ (EN) AVN; Jury Finds Max Hardcore Guilty On All Counts in Obscenity Trial, AVN. URL consultato il 10-04-2013.
  7. ^ (EN) IMDB Max Hardcore - Awards, IMDB. URL consultato il 10-04-2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]