Max & Tux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max & Tux
Paese Italia
Anno 2002
Formato serie TV
Genere sitcom
Stagioni 1
Episodi 38[1]
Durata 5 min (episodio)
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzione RAI, Partner produzioni srl, Stemal Advertising & Production srl
Prima visione
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 2002
Al 2002
Rete televisiva Rai Uno

Max & Tux è una sitcom italiana prodotta nel 2002 e trasmessa da Rai Uno. La serie è interpretata da Massimo Lopez e Tullio Solenghi, che tornano così a lavorare insieme dopo lo scioglimento del gruppo comico Il Trio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Max & Tux è formata da brevi sketch muti, della durata di 5 minuti circa, basati sulla comicità pura, sulla falsariga delle comiche di Buster Keaton e Charlie Chaplin, ma anche di Stanlio & Ollio e Mr. Bean.[2] Ogni sketch propone una situazione comica diversa, non collegata ad altri episodi della sitcom: unico punto fermo sono i due protagonisti, Max e Tux, i quali, in ogni vicenda in cui sono coinvolti, finiscono per combinare qualche pasticcio.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 38 2002

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La sitcom, inizialmente pensata per il tardo pomeriggio,[3] venne in seguito chiamata a sostituire nella fascia televisiva dell'access prime time di Rai Uno lo storico programma di approfondimento giornalistico di Enzo Biagi Il Fatto, cancellato in seguito al cosiddetto editto bulgaro emanato dall'allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi,[4][5] e a scontrarsi coi programmi concorrenti di Canale 5 Veline e Striscia la notizia. Questa difficile collocazione di palinsesto, unita alle critiche per lo più negative ricevute, ha portato Max & Tux a ottenere dei risultati d'ascolto inferiori alle aspettative,[6][1] decretandone la chiusura al termine dell'unica stagione prodotta.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Carlo Tecce, Ferrara? Meglio Max & Tux in ilfattoquotidiano.it, 8 ottobre 2011.
  2. ^ La striscia quotidiana comico-satirica di Raiuno, international.rai.it.
  3. ^ a b Antonello Caporale, "Ma all'inizio ridevano tutti, Mimun, Vespa e pure Saccà" in repubblica.it, 2 ottobre 2002.
  4. ^ Berlusconi: «Via Santoro, Biagi e Luttazzi» in corriere.it, 18 aprile 2002.
  5. ^ Paolo Conti, Programmi Rai, a rischio «il Fatto» di Biagi in Corriere della Sera, 22 maggio 2002, p. 12.
  6. ^ Veline fa il boom, crolla Max e Tux in repubblica.it, 20 settembre 2002.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione