Maurizio Neri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maurizio Neri
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Parma Parma (Allievi Naz. B)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
1982-1983
1983-1984
Bellaria Bellaria
Fiorentina Fiorentina
Squadre di club1
1984-1985 Bellaria Bellaria 29 (24)
1985-1987 Fano Fano 58 (6)
1987-1988 Reggiana Reggiana 34 (6)
1988 Ancona Ancona 7 (2)
1988-1989 Napoli Napoli 14 (2)
1989-1991 Pisa Pisa 64 (8)
1991-1993 Lazio Lazio 18 (0)
1993-1999 Brescia Brescia 169 (55)
1998-1999 Reggiana Reggiana 24 (4)
1999-2002 Rimini Rimini 69 (26)
2002 Gubbio Gubbio 0 (0)
2002-2003 Forli Forlì 13 (1)
2003-2004 Mirandolese Mirandolese  ? (?)
2004-2005 Terme Monticelli Terme Monticelli  ? (?)
Carriera da allenatore
2005-2008 Terme Monticelli Terme Monticelli
2008-2009 Bellaria Igea Marina Bellaria Igea Marina
2010 Real Rimini Real Rimini
2011 Real Rimini Real Rimini
2011 Parma Parma Allievi Naz. B
2012- Parma Parma Allievi Naz. B
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 dicembre 2011

Maurizio Neri (Rimini, 21 marzo 1965) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante, tecnico degli Allievi Nazionali B del Parma.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Muove i primi passi nel Bellaria e nella Fiorentina dove gioca nelle giovanili ma mai in prima squadra. Nella stagione 1984-1985 avviene il debutto nella Nuova Igea (il nome assunto dal Bellaria) che giocava in Interregionale. Neri gioca 29 partite e realizza 4 reti.

Passa poi alla società marchigiana del Fano dove rimane due anni in Serie C1 (1985-1986 e 1986-1987) giocando 58 partite e andando a segno 6 volte. Per la stagione 1987-1988 viene ingaggiato dalla Reggiana, anch'essa in Serie C1; giocando 34 partite realizza lo 6 gol per poi passare all'Ancona, squadra di Serie B.

Con la squadra marchigiana Neri gioca solo la prima parte della stagione 1988-1989 (7 partite e 2 gol) poiché a novembre si trasferisce in Serie A, al Napoli. Nei partenopei Neri gioca la seconda parte della stagione 1988-1989 e la prima del campionato 1989-1990 andando a segno 2 volte in 14 incontri. A novembre viene mandato di nuovo in Serie B con il Pisa e, nella seconda parte del 1989-1990 gioca 31 volte facendo 4 reti conquistando così la promozione dei toscani in Serie A.

Rimane a Pisa anche l'anno successivo (stagione 1990-1991) e realizza 4 gol. Viene quindi acquistato dalla Lazio per 3 miliardi di lire[1] con cui rimane due anni (1991-1992 e 1992-1993) giocando 18 volte senza fare gol. La società capitolina lo vende quindi al Brescia: la prima stagione la gioca in Serie B (1993-1994) dove realizza 10 reti in 37 gare aiutando le "rondinelle" a risalire in Serie A.

Con questa squadra rimane ancora quattro anni vivendo due retrocessioni (1994-1995 e 1997-1998), una promozione (1996-1997) e una salvezza in Serie B (1995-1996). Vince pure un Torneo Anglo-Italiano con finale disputata nel Wembley Stadium dove le Rondinelle battono il Notts County per 1-0. In massima serie disputa 61 incontri realizzando 11 reti mentre tra i cadetti segna 44 reti in 108 partite. Per la stagione 1998-1999 viene venduto ancora alla Reggiana, che milita in Serie B; realizza 4 gol in 24 partite.

Gli ultimi anni della sua carriera li vive in Serie C2: gioca tre anni (1999-2000, 2000-2001 e 2001-2002) nella squadra della sua città natale, il Rimini, realizzando 26 gol in 69 partite quindi rimane, senza giocare, al Gubbio (fino all'ottobre del 2002) per poi terminare la stagione nel Forlì (in cui realizza una rete in 13 partite). La sua carriera terminerà in una società della provincia di Parma, il Terme Monticelli allenato da Stefano Paraluppi, nel campionato di Eccellenza 2004-2005.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Dall'anno successivo (2005-2006) Neri subentra a Paraluppi nel ruolo di tecnico dei termali, squadra che ha guidato anche nelle successive due stagioni. Nel 2008 ha portato il Terme Monticelli alla vittoria nella finale di Coppa Pedrieri contro il Medicina, vincendo 3-2 dopo i tempi supplementari.

Nella stagione 2008-2009 diventa l'allenatore del Bellaria, squadra che partecipa alla Lega Pro Seconda Divisione. Viene esonerato dall'incarico il 10 marzo 2009 e sostituito da Massimo Gadda.

Dal luglio 2010 siede sulla panchina del Real Rimini, neonata compagine che ha preso il posto del Valleverde Riccione Football Club; viene sollevato da tale incarico il 6 ottobre dello stesso anno. Il 7 febbraio 2011 ritorna sulla panchina del Real Rimini.

La stagione successiva assume l'incarico di allenatore degli Allievi Nazionali B del Parma, venendo coinvolto nell'inchiesta Last Bet della Procura di Cremona; il club ducale lo sospende in via cautelativa in attesa di sviluppi ulteriori sostituendolo con Cornelio Donati prima e con William Viali poi. Dopo essere stato dichiarato completamente estraneo ai fatti riprende la guida degli Allievi B del Parma, ruolo che ricopre tuttora.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Brescia: 1996-1997

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Napoli: 1988-1989
Brescia: 1993-1994

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 8 (1991-1992), Panini, 25 giugno 2012, p. 10.