Maurizio Galli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Il ruolo del Vescovo nella Chiesa, lo vedo com'è da sempre, come è stato in tutti i tempi passati: un servizio che viene reso alla comunità cristiana e alla società attraverso molteplici compimenti e indifferenti situazioni; un servizio che viene dato come annuncio diretto del Vangelo; un servizio che è finalizzato a far sì che le persone possano avvertire il valore, il significato, la grandezza del Vangelo che viene annunciato. Il ruolo del Vescovo è quindi tutto relativo alla Chiesa e in questo ruolo deve trasparire Cristo che annuncia la Buona Novella nel mondo e nella società »
(Mons. Maurizio Galli durante un'intervista a La Vita Cattolica 1999)
Maurizio Galli
vescovo della Chiesa cattolica
Stemma Galli orig.jpg
Ut Deus sit omnia in omnibus

(in italiano:«Affinché Dio sia tutto in tutti»)

Nato 21 novembre 1936 a Soresina
Ordinato presbitero 27 maggio 1961 a Cremona
Consacrato vescovo 2 maggio 1998 a Cremona
Deceduto 1º giugno 2008 a Cremona

Maurizio Galli (Soresina, 21 novembre 1936Cremona, 1º giugno 2008) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato in maturità classica nel 1956 presso il Liceo Ginnasio Statale "Daniele Manin" di Cremona.

Laureato in Lettere Classiche nel 1970 presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Viene ordinato sacerdote il 27 maggio 1961 ed inizia il suo ministero presso la diocesi di Cremona.

Tra i vari incarichi ricoperti spiccano quelli di:

Il 15 settembre 1982 il suo vescovo Fiorino Tagliaferri lo chiama al ruolo di rettore del Seminario diocesano di Cremona.

Nominato Vescovo della diocesi di Fidenza il 2 aprile 1998, riceve la consacrazione episcopale nella Cattedrale di Cremona il 2 maggio dal vescovo Giulio Nicolini, (concelebrano fra gli altri i vescovi Giuseppe Amari e Fiorino Tagliaferri).

Il 28 giugno 2007 il sindaco di Fidenza gli consegna la cittadinanza onoraria e due giorni dopo, il 30 giugno, con atto di "eroica obbedienza" verso le alte gerarchie ecclesiastiche italiane che - per timore d'una malattia degenerativa della mente - ne hanno sollecitato le dimissioni, formalmente mai presentate, lascia la guida pastorale della diocesi, divenendone Vescovo emerito e ritirandosi a Cremona.

Sottopostosi nel novembre seguente a Milano a una delicata operazione chirurgica per l'asportazione di una neoplasia al cervello, muore presso la Casa di Cura "Ancelle della Carità" di Cremona alle 8.15 del 1º giugno 2008.

Il rito funebre è stato celebrato il 3 giugno nella Cattedrale di Cremona, presieduto dal vescovo della diocesi Dante Lafranconi e concelebrato, oltre che dal clero cremonese, dai vescovi Carlo Mazza di Fidenza, Oscar Cantoni di Crema, Claudio Baggini di Vigevano, Roberto Busti di Mantova e Lino Pizzi di Forlì-Bertinoro, al termine la salma è stata traslata a Fidenza dove dopo l'esposizione per l'omaggio dei fedeli, si è tenuta il 4 giugno una seconda messa esequiale con la partecipazione del cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo di Bologna.

Riposa nella cripta della Cattedrale di Fidenza, nell'arca dei vescovi, opera dello scultore cremonese Pietro Farraroni.

Il 2 dicembre 2009 nel salone Bonomelli del seminario diocesano di Cremona è stato presentato il libro “Maurizio Galli. Uomo d'eccellenza”, dedicato al sacerdote cremonese[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ “Maurizio Galli. Uomo d'eccellenza”. URL consultato il 4-dicembre-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Fidenza Successore BishopCoA PioM.svg
Carlo Poggi 2 aprile 1998 - 30 giugno 2007 Carlo Mazza