Matuzumab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Matuzumab
Caratteristiche generali
Massa molecolare (u) g·mol-1
Numero CAS [339186-68-4]
Codice ATC n.d.
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione °C
Temperatura di ebollizione °C
Indicazioni di sicurezza

Il matuzumab o 72.000 EMD è stato anticorpo monoclonale umanizzato per il trattamento del cancro. Esso si lega al recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR) con alta affinità.

Sviluppato inizialmente dalla Merck Serono in collaborazione con Takeda Pharmaceutical, ha subito diversi studi clinici di fase II per il trattamento del tumore del colon-retto, del polmone,[1] dell'esofago e dello stomaco[2] fino a tutto l'inizio del 2000.

Poi nell'agosto del 2007, la Merck Serono ha annunciato che i risultati preliminari dello studio sul cancro colon-rettale sono stati inferiori alle promesse, e che perciò le ulteriori sperimentazioni su questo tipo di tumore saranno abbandonate.[3]

Nel febbraio 2008, lo sviluppo è stato interrotto definitivamente a causa dei risultati deludenti prodotti.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Effects of Matuzumab in Combination With Pemetrexed for the Treatment of Advanced Lung Cancer - Full Text View - ClinicalTrials.gov.
  2. ^ (EN) MATRIX EG (Matuzumab Treatment With ECX in Esophago-Gastric Cancer) - Full Text View - ClinicalTrials.gov.
  3. ^ (DE) Krebsmedikament floppt: Rückschlag für Merck - n-tv.de.
  4. ^ (DE) DJ Merck KGaA stellt Entwicklung von Matuzumab ein - Börse (18.2.08).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Matuzumab[modifica | modifica wikitesto]