Matuzalém

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matuzalém
Dati biografici
Nome Matuzalém Francelino da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 175 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Bologna Bologna
Carriera
Squadre di club1
1997-1999 Vitoria Vitória 14 (0)
1999 Bellinzona Bellinzona 7 (2)
1999 Parma Parma 0 (0)
1999-2001 Napoli Napoli 52 (1)
2001-2002 Piacenza Piacenza 28 (3)
2002 Parma Parma 0 (0)
2002-2004 Brescia Brescia 60 (3)
2004-2007 Sachtar Šachtar 68 (25)
2007-2008 Real Saragozza Real Saragozza 14 (1)
2008-2013 Lazio Lazio 75 (2)
2013-2014 Genoa Genoa 34 (1)
2014- Bologna Bologna 3 (0)
Nazionale
 ?-?
1997
?-?
?-?
1999
Brasile Brasile U-16
Brasile Brasile U-17
Brasile Brasile U-18
Brasile Brasile U-19
Brasile Brasile U-20
 ? (?)
6 (3)
? (?)
? (?)
4 (1)
Transparent.png Mondiali di calcio Under-17
Oro Egitto 1997
Transparent.png Campionato sudamericano di Calcio Under-20
Bronzo Argentina 1999
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 agosto 2014

Matuzalém Francelino da Silva, meglio noto come Matuzalém (Natal, 10 giugno 1980), è un calciatore brasiliano, centrocampista del Bologna.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Soprannominato Il Professore per le sue doti di playmaker in mezzo al campo[1], è un centrocampista mancino[2] che nel corso degli anni si è trasformato da mediano[3] a regista[4] con propensione offensiva[1].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli esordi[modifica | modifica sorgente]

Da professionista, dopo due anni con la maglia del Vitoria Bahia ed una breve parentesi con la maglia del Bellinzona, viene acquistato dal Parma che lo gira subito con la formula della comproprietà al Napoli. Rimane sotto il Vesuvio per due stagioni[5], nelle quali si disciplina tatticamente e caratterialmente[5] e conquista la promozione in Serie A nel 2000. Al termine del campionato successivo viene riscattato dal Parma[6], che lo gira sempre in comproprietà al Piacenza, dove esordisce come primo calciatore straniero nella storia del club biancorosso[7]. Contribuisce con 28 presenze e 3 reti alla salvezza della squadra all'epoca allenata da Walter Novellino[3] (già suo allenatore al Napoli).

La stagione successiva approda dal Parma al Brescia[8]. Rimane agli ordini di Carlo Mazzone per due stagioni, conquistando altrettante salvezze e siglando due reti nell'ultima partita della carriera di Roberto Baggio, contro il Milan.

Le stagioni in Ucraina e Spagna[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004 il Brescia lo cede alla formazione ucraina dello Shakhtar Donetsk per una cifra di 14 milioni di euro[9]: con la formazione allanata da Mircea Lucescu ha vinto nel 2005 e nel 2006 il campionato ucraino, vestendone anche la fascia di capitano[9]. Tra i vari gol segnati con la squadra arancio-nera si segnala quello realizzato contro il Siviglia il 15 marzo 2007 in Coppa UEFA. Matuzalém si esibì nel cosiddetto "colpo dello scorpione": calciò il pallone con la suola del piede sinistro tuffandosi in avanti[9].

Nel luglio 2007, attraverso il cosiddetto "articolo 17" che lo rende contrattualmente libero, diventa un calciatore della squadra spagnola del Real Saragozza[1]. Con gli spagnoli colleziona solamente 14 presenze ed una rete a causa di un infortunio[9], ma il suo apporto non serve ad evitare la retrocessione della squadra.

Il ritorno in Italia[modifica | modifica sorgente]

Il 18 luglio 2008 viene ufficializzato il suo trasferimento alla Lazio in prestito per 800 000 euro[10], con diritto di riscatto dell'intero cartellino per 7,5 milioni di euro. Esordisce in campionato con la maglia della Lazio il 31 agosto a Cagliari, ma già a partire dalla sua prima stagione in biancoceleste il suo rendimento viene condizionato da problemi fisici, che limitano a 32 le sue presenze nelle prime due stagioni[2].

Il 19 maggio 2009 il Tribunale Sportivo di Losanna accoglie il ricorso formulato dallo Shaktar riguardo al trasferimento di Matuzalém nel Real Saragozza. Il club spagnolo e il giocatore brasiliano vengono condannati al pagamento in solido di circa 12 milioni di euro a beneficio della squadra ucraina[1].

Il 9 luglio 2009 viene riscattato dalla società capitolina[11]. L'8 agosto 2009, nella finale di Supercoppa italiana contro l'Inter, segna la rete del momentaneo 1-0 con un fortuito rimpallo; la partita finirà 2-1 per la Lazio. Il 18 ottobre 2009 torna al gol anche in Serie A (Lazio-Sampdoria 1-1).

Nel ritiro estivo di Auronzo di Cadore 2012 il centrocampista brasiliano si presenta con cinque giorni di ritardo, con la società biancoceleste che decide di metterlo fuori rosa[12][13].

Genoa[modifica | modifica sorgente]

All'inizio della sessione invernale di calciomercato viene ceduto al Genoa con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto[14]. Fa il suo esordio stagionale e con la maglia dei Grifoni 6 gennaio 2013, nella vittoria interna sul Bologna (2-0)[15]. Il 3 febbraio 2013 durante la partita contro la Lazio un suo intervento provoca la riacutizzazione di un vecchio infortunio a Cristian Brocchi, che chiude così la sua carriera sportiva. Realizza il suo primo gol con la maglia genoana il 14 aprile successivo, nel derby contro la Sampdoria. Nel mese di luglio viene riscattato dalla società ligure per una cifra di circa 1,5 milioni di euro.

Il campionato successivo esordisce alla seconda giornata, in occasione della sconfitta casalinga per 2-5 contro la Fiorentina. A causa di un brutto infortunio rimediato in occasione della trasferta contro il Parma, chiude la stagione con solo 21 presenze e 0 gol.

Il 1º luglio 2014 rescinde il contratto con il Genoa.[16]

Bologna[modifica | modifica sorgente]

Il 4 luglio 2014 firma un contratto annuale con il Bologna, club appena retrocesso in Serie B[17].

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Matuzalém non è mai stato convocato dalla Nazionale brasiliana, anche se è stato una colonna nelle rappresentative giovanili compiendo, insieme all'amico Ronaldinho, l'intera trafila. Insieme vincono nel 1997 il Campionato mondiale con la Nazionale Under-17 verde-oro[9] e partecipano al campionato del mondo Under-20 1999 con la nazionale di categoria.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 29 agosto 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe europee Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Brasile Vitoria A 1 0 CB 2 0 - - 3 0
1998-1999 A 13 0 CB 3 0 - - 16 0
Totale Vitoria 14 0 5 0 19 0
mar.-giu. 1999 Svizzera Bellinzona C 7 2 - - - - 7 2
1999-2000 Italia Napoli B 26 0 CI 7 0 - - 33 0
2000-2001 A 26 1 CI 2 0 - - 28 1
Totale Napoli 52 1 9 0 61 1
2001-2002 Italia Piacenza A 28 3 CI 1 0 - - 29 3
2002-2003 Italia Brescia A 30 0 CI 2 1 - - 32 1
2003-2004 A 30 3 CI 2 0 - - 32 3
Totale Brescia 60 3 4 1 64 4
2004-2005 Ucraina Shakthar Donetsk VL 24 8 CdU+SdU 4+1 0+0 UCL+CU 8+4 2+1 41 11
2005-2006 VL 28 10 CdU+SdU 4+1 1+0 UCL+CU 2+8 0+0 43 11
2006-2007 VL 16 7 CdU+SdU 6+1 2+0 UCL+CU 7+4 2+2 34 13
Totale Shakthar Donetsk 68 25 14+3 3+0 17+16 4+3 118 35
2007-2008 Spagna Real Saragozza PD 14 1 CdR 1 0 - - 15 1
2008-2009 Italia Lazio A 14 0 CI 3 0 - - 17 0
2009-2010 A 18 1 CI+SI 1+1 0+1 UEL 5 1 25 3
2010-2011 A 22 0 CI 1 0 - - 23 0
2011-2012 A 21 1 CI 2 0 UEL 6 0 29 1
2012-gen. 2013 A 0 0 CI 0 0 UEL 0 0 0 0
Totale Lazio 75 2 7+1 0+1 11 1 94 4
gen.-giu. 2013 Italia Genoa A 13 1 CI - - - - 13 1
2013-2014 A 21 0 CI - - - - 21 0
Totale Genoa 34 1 34 1
2014-2015 Italia Bologna B 2 0 CI 1 0 - - - 3 0
Totale carriera 354 38 42+4 4+1 17+27 4+4 444 51

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Vitoria: 1997, 1999
Vitoria: 1997, 1999
Shakthar Donetsk: 2004-2005, 2005-2006
Shakthar Donetsk: 2005
Lazio: 2008-2009
Lazio: 2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d ESCLUSIVA - Il professor Matuzalem sale in cattedra Lalaziosiamonoi.it
  2. ^ a b Lazio, senti Matuzalem: "Rischiai il carcere, ora sono felice" tuttomercatoweb.com
  3. ^ a b Rosa 2001-2002 Storiapiacenza1919.it
  4. ^ "Doppio regista", Matuzalem prova a convincere Reja Tuttomercatoweb.com
  5. ^ a b Matuzalem: "A Napoli ho lasciato un pezzo di cuore" Tuttonapoli.net
  6. ^ Scappa anche Matuzalem, La Repubblica, 10 luglio 2001
  7. ^ Stagione 2001-2002 Storiapiacenza1919.it
  8. ^ Gli altri affari, La Repubblica, 30 agosto 2002, pag.49
  9. ^ a b c d e Gli uomini-mercato, repubblica.it. URL consultato il 3 giugno 2014.
  10. ^ Lazio, preso come extracomunitario Matuzalem Lazio.net
  11. ^ Matuzalem: "Era quello che volevo", La Repubblica, 10 luglio 2009
  12. ^ Matuzalem - Lazio: c'eravamo tanto amati Radiosei.it
  13. ^ Lazio, Lotito: «Dobbiamo sfoltire la rosa ma i migliori ce li teniamo», Il Messaggero, 19 agosto 2012
  14. ^ Ufficiale: Matuzalem è del Genoa. Domenica l'esordio contro il Bologna Cittadigenova.com
  15. ^ Genoa-Bologna/ Matuzalem: "La squadra ha grinta e qualità. Sono contento della partita" Cittadigenova.com
  16. ^ Risoluzione con Matuzalem, genoacfc.it. URL consultato il 1 luglio 2014.
  17. ^ Calciomercato, Bologna, ufficiale: ingaggiato Matuzalem Corrieredellosport.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Matuzalém in TuttoCalciatori.Net, Ascoli Piceno, Norz Srl.
  • (DEENIT) Matuzalém in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • Matuzalém in Soccerway.com, Perform Group.
  • (ENESFRPT) Matuzalém in sambafoot.com, Sambafoot RCS Paris.