Matteo Gritti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matteo Gritti
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra 600px Giallo e Rosso3.png Villongo
Carriera
Squadre di club1
1997-1998 600px Giallo e Blu orizzontale con striscia bianca.png San Paolo d'Argon 31 (-?)
1998-1999 Bassano Bassano 34 (-?)
1999-2001 Atalanta Atalanta 0 (0)
2001-2002 Rosso e Blu2.png Oggiono 28 (-?)
2002-2003 Alzano Virescit Alzano Virescit 28 (-?)
2003-2004 AlbinoLeffe AlbinoLeffe 6 (-?)
2004-2005 Palazzolo Palazzolo 23 (-?)
2005-2006 Lugano Lugano 20 (-?)
2006-2007 Young Boys Young Boys 7 (-?)
2007-2008 Chiasso Chiasso 33 (-?)
2008-2012 Bellinzona Bellinzona 60 (-?)
2012 Petrolul Ploiesti Petrolul Ploiești 3 (-?)
2013- 600px Giallo e Rosso3.png Villongo  ? (-?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 settembre 2013

Matteo Gritti (Seriate, 11 giugno 1980) è un calciatore italiano, ex portiere professionista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1998 al 2005 gioca in Italia per il Bassano, l'Atalanta, l'Oggiono, l'Alzano Virescit, l'AlbinoLeffe ed infine per il Palazzolo; mentre dal 2005 al 2011 ha giocato in Svizzera prima per il Lugano, poi per gli Young Boys, il Chiasso ed infine per il Bellinzona. Nel febbraio 2012 sigla un contratto con la formazione rumena del Petrolul Ploiești, militante in Liga I, con cui scende in campo in tre occasioni. Al termine della stagione non viene riconfermato. A settembre 2013,dopo aver fatto la preparazione estiva con il Casazza Calcio (1ª Categoria Bergamasca) decide di condividere l'ambizioso progetto della squadra bergamasca del Villongo, ripartendo dall'Eccellenza lombarda.

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

Coinvolto nel filone cremonese dello scandalo calcioscomesse con l'ordinanza di applicazione della misura di custodia cautelare emessa dal gip di Cremona il 22 maggio del 2012 per aver manipolato alcune partite del campionato svizzero assieme all'allenatore Marco Ragini e al calciatore Almir Gegić, la loro posizione di indagati è stata archiviata dal tribunale svizzero di competenza per la non sussitenza di elementi per giustificare il reato di truffa o manipolazione delle partite il 7 febbraio 2014[1].

Il 9 febbraio 2015 la procura di Cremona termina le indagini e formula per lui e altri indagati le accuse di associazione a delinquere e frode sportiva.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calcioscommesse - La Svizzera archivia per Gegic, Gritti e Ragini
  2. ^ Calcioscommesse, indagini chiuse per Goretti e Nicco: la lista dei 130 indagati

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Il Corriere dello Sport, 1999, p. 67.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Matteo Gritti su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.