Matt Ryan (hockeista su ghiaccio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matt Ryan
Dati biografici
Nome Matthew Ryan
Nazionalità Canada Canada
Altezza 180 cm
Peso 82 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Tiro Sinistro
Squadra Nottingham Panthers Nottingham Panthers
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
2001-2002 Niagara Purple Eagles Niagara Purple Eagles 41 13 14 27
2002-2004 Guelph Storm Guelph Storm 149 66 64 130
Squadre di club0
2004-2008 Manchester Monarchs Manchester Monarchs 299 41 57 98
2005-2006 Los Angeles Kings Los Angeles Kings 12 0 1 1
2008-2010 Augsburger Panther Augsburger Panther 92 26 34 60
2010-2011 Villacher SV Villacher SV 64 10 22 32
2011-2012 IK Oskarshamn IK Oskarshamn 56 7 23 30
2012-2013 Milano Rossoblu Milano Rossoblu 36 9 14 23
2013 Stavanger Oilers Stavanger Oilers 25 10 8 18
2013- Nottingham Panthers Nottingham Panthers 62 17 45 62
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 maggio 2014

Matthew Ryan (Sharon, 12 novembre 1983) è un hockeista su ghiaccio canadese, milita come attaccante nei Nottingham Panthers, squadra della Elite Ice Hockey League.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Matt Ryan iniziò la propria carriera giovanile con i Wexford Raiders nella OPJHL, prima di iscriversi nel 2001 alla Niagara University, formazione della CCHA. All'inizio del secondo anno presso l'ateneo statunitense Ryan ricevette l'offerta di giocare in Ontario Hockey League. Al secondo anno con i Guelph Storm, nella stagione 2003-2004, Ryan raggiunse il massimo in carriera di 77 punti realizzati, qualificandosi con gli Storm alla Memorial Cup.

Il 2 agosto 2004 Matt Ryan, sebbene non scelto al Draft NHL, fu ingaggiato dai Los Angeles Kings con un contratto triennale entry level. Nella stagione 2004-2005, la prima da professionista, Ryan totalizzò 24 punti con la squadra affiliata ai Kings in AHL, i Manchester Monarchs. Le prestazioni positive raccolte con i Monarchs lo portarono nella stagione successiva al debutto in NHL con i Kings, il 31 dicembre 2005, contro i Dallas Stars. Concluse la stagione 2005-2006 con 12 partite ed un assist.[1]

Matt ritornò a giocare le due stagioni successive a Manchester, prima di firmare nel novembre 2008 un contratto annuale con la squadra tedesca dell'Augsburger Panther, militante in Deutsche Eishockey Liga.[2] La prima stagione in Europa si chiuse con 18 punti in 25 partite di stagione regolare, sufficienti per ottenere un rinnovo per la stagione successiva il 10 aprile 2009.[3]

Il 15 giugno 2010 Ryan firmò un contratto di un anno con la squadra austriaca del Villacher SV, militante nella seconda divisione nazionale. L'anno successivo andò in Svezia presso l'IK Oskarshamn.[4] Il 16 luglio 2012 fu ingaggiato in Italia dall'Hockey Milano Rossoblu, squadra neopromossa in Serie A.[5] Il 27 gennaio 2013 si trasferì in Norvegia presso gli Stavanger Oilers.[6]

Nell'estate del 2013 si trasferì nella Elite Ice Hockey League inglese con la maglia dei Nottingham Panthers.[7]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

  • EIHL Challenge Cup:
Nottingham: 2013-2014
Stavanger: 2012-2013
Guelph: 2003-2004

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Garon stops 38 shots as Kings widen Pacific Division lead, CBS Sports, 31-12-2005. URL consultato il 22-05-2010.
  2. ^ (DE) Vertrag von Matt Ryan ausgesetzt - Chris Collins neu im Kader, aev-panther.de, 11-11-2008. URL consultato il 20-11-2008.
  3. ^ (DE) Matt Ryan bleibt ein Panther, aev-panther.de, 10-04-2009. URL consultato il 20-11-2008.
  4. ^ (SE) NHL-meriterad center klar för IK Oskarshamn, barometern.se, 07-09-2011. URL consultato il 16-07-2012.
  5. ^ Il Milano fa centro con Matt Ryan, hockeymilano.it, 16-07-2012. URL consultato il 16-07-2012.
  6. ^ (NO) Nye Oilers-spillere raskt på isen, aftenbladet.no, 27-01-2013. URL consultato il 28-01-2013.
  7. ^ (EN) GMB Panthers add another ex-NHLer to the roster. Matt Ryan signs!, panthers.co.uk, 17-07-2013. URL consultato il 17-07-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]