Matrimonio con vizietto (Il vizietto III)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matrimonio con vizietto (Il vizietto III)
Titolo originale La cage aux folles III (Elles se marient)
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1985
Durata 87 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Georges Lautner
Soggetto Jean Poiret
Sceneggiatura Michel Audiard, Christine Carère, Marcello Danon, Gérard Lamballe, Georges Lautner Philippe Nicaud
Fotografia Luciano Tovoli
Montaggio Michelle David
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Mario Garbuglia, Carlo Gervasi
Costumi Ambra Danon, Piero Tosi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Matrimonio con vizietto (Il vizietto III) è un film del 1985 diretto da Georges Lautner.

Questa pellicola conclude la serie dei tre film con protagonisti Renato e Albin. Ha aperto la saga Il vizietto (1978), seguito poi da Il vizietto II (1980).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Albin, compagno di vita di Renato, scopre di essere erede di una ricca duchessa scozzese, nel cui testamento è scritto chiaramente che se Albin non si sposerà e non avrà figli, tutta la sua eredità passerà al cugino di Albin. Dopo un primo momento di scoraggiamento, in cui Albin e Renato si danno per vinti, i due convincono una giovane ragazza madre di nome Cindy a sposare Albin, assicurandole un ricco avvenire nonché il titolo di duchessa che le spetterà di diritto. Prima però che il matrimonio possa aver luogo Cindy si innamora proprio del cugino di Albin. Con buona pace di tutti Cindy sposerà il cugino di Albin e l'eredità verrà divisa tra le due coppie. Il matrimonio di Cindy sarà l'occasione per Renato e Albin di improvvisare un finto matrimonio e di partire, finalmente, in viaggio di nozze.

Altre informazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • In questo film il personaggio di Laurent Baldi (il figlio di Renato), che appare raramente, non è interpretato dall'attore Rémi Laurent, che invece interpretò il personaggio ne Il vizietto.
  • Laurent Baldi è qui curiosamente descritto come assistente del suocero Charrier (Michel Galabru), deputato del "Partito per un ordine morale".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]