Matrici di Gell-Mann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le matrici di Gell-Mann, così chiamate in onore del premio Nobel statunitense per la fisica Murray Gell-Mann, sono un insieme di matrici 3×3 complesse hermitiane. Sono i generatori infinitesimali di SU(3).

In concreto, le matrici possono essere scritte come:

\lambda_1 := \begin{pmatrix} 0 & 1 & 0 \\ 1 & 0 & 0 \\ 0 & 0 & 0 \end{pmatrix} ~, \lambda_2 := \begin{pmatrix} 0 & -i & 0 \\ i & 0 & 0 \\ 0 & 0 & 0 \end{pmatrix} ~, \lambda_3 := \begin{pmatrix} 1 & 0 & 0 \\ 0 & -1 & 0 \\ 0 & 0 & 0 \end{pmatrix} ~, \lambda_4 := \begin{pmatrix} 0 & 0 & 1 \\ 0 & 0 & 0 \\ 1 & 0 & 0 \end{pmatrix} ~,
\lambda_5 := \begin{pmatrix} 0 & 0 & -i \\ 0 & 0 & 0 \\ i & 0 & 0 \end{pmatrix} ~, \lambda_6 := \begin{pmatrix} 0 & 0 & 0 \\ 0 & 0 & 1 \\ 0 & 1 & 0 \end{pmatrix} ~, \lambda_7 := \begin{pmatrix} 0 & 0 & 0 \\ 0 & 0 & -i \\ 0 & i & 0 \end{pmatrix} ~, \lambda_8 := \frac{1}{\sqrt{3}}\begin{pmatrix} 1 & 0 & 0 \\ 0 & 1 & 0 \\ 0 & 0 & -2 \end{pmatrix} ~.

Simili alle matrici di Pauli, ovvero quelle costituenti i generatori di SU(2), le matrici di Gell-Mann sono a traccia nulla ed hermitiane. Nella fisica delle particelle elementari esse descrivono il cambiamento di colore, così come le matrici di Pauli descrivono spin e isospin.

Come le matrici di Pauli, le matrici di Gell-Mann soddisfano alcune importanti relazioni di commutazione. Queste sono:

[\lambda_i, \lambda_j] = i\mathcal{K}_{ijk} \lambda_k

dove gli elementi del tensore K di rango 3 sono

\mathcal{K}_{123}=2;\; \mathcal{K}_{147}=1;\; \mathcal{K}_{156}=-1;\; \mathcal{K}_{246}=1;\;
\mathcal{K}_{257}=1;
\mathcal{K}_{345}=1;\; \mathcal{K}_{367}=-1;\; \mathcal{K}_{458}=\sqrt{3};\;
\mathcal{K}_{678}=\sqrt{3} ~.

e tutti gli elementi le cui terne di indici non sono permutazioni delle terne precedenti sono uguali a zero. Sommando le componenti di K sul terzo indice si ottiene una matrice totalmente antisimmetrica.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]