Matlockite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matlockite
Matlockit mineralogisches museum bonn.jpg
Classificazione Strunz III/D.10-60
Formula chimica PbFCl
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino  
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale 4/m 2/m 2/m
Gruppo spaziale P 4/nmm
Proprietà fisiche
Densità   g/cm³
Durezza (Mohs)  
Sfaldatura  
Frattura  
Colore  
Lucentezza  
Opacità  
Striscio  
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La matlockite è un minerale raro minerale che prende il nome dalla città di Matlock nel Derbyshire, in Inghilterra, dove è stato scoperto per la prima volta in una miniera vicina. La Matlockite (formula chimica: PbFCl) dà il nome al gruppo delle matlockiti, che consiste di insieme di minerali rari con una struttura simile.

Il minerale è stato scoperto intorno al primi anni dell'Ottocento a Bage Mine a Bolehill presso Matlock, assieme a esempi di fosgenite e anglesite. Anche se la fosgenite era già conosciuta in quel periodo, sembra probabile che non si sia capito che la matlockite fosse un nuovo minerale per una cinquantina d'anni. Il nome le venne dato da Greg nel 1851. [1] La prima menzione della Matlockite potrebbe essere nella Mineralogia del Derbyshire di John Mawe nel 1802 [2] in cui egli dà una descrizione dettagliata della fosgenite, che viene poi seguita dalla menzione di un minerale si paragona al vetro piombato - una descrizione che fa pensare alla matlockite.

Un grosso pezzo di circa 10 cm ed originario del si trova nella collezione dell'American Museum of Natural History.[3] Mentre un pezzo un po' più piccolo è in quello del Derby Museum and Art Gallery.[4]

Morfologia[modifica | modifica sorgente]

Origine e giacitura[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Phosgenite and Matlockite in Derbyshire (Part 1), T. Bridges, M.E. Smith, Journal of the Russell Society Volume 1, No. 2, p7-14, 1983 Retrieved on 2011-01-11
  2. ^ Mawe, John. The Mineralogy of Derbyshire with a Description of the most Interesting Mines. 1802, London
  3. ^ Frondell, Clifford. American Mineralogist, Vol 20, 469-473, 1935 Retrieved on 2011-01-11
  4. ^  Nick Moyes. Working with Wikipedia - a museum's perspective, a 14:30. 9 April 2011. URL consultato in data 15 April 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia