Matica srpska

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sede della Matica srpska a Novi Sad.

La Matica srpska è l'istituzione culturale e scientifica più antica della Serbia. Fu fondata nel 1826 a Budapest. Nel 1864 fu trasferita a Novi Sad, la città più importante della Voivodina, che a quell'epoca si trovava sotto la dominazione austro-ungarica.

Matica deriva da mati, "madre", e si può tradurre approssimativamente con "matrice": in questo senso sta a significare come la "Casa Madre" o la "Casa Centrale" dei serbi. Esistono istituzioni equivalenti in altri paesi slavi, come la Matica hrvatska in Croazia, la Slovenska matica in Slovenia, la Matica slovenská in Slovacchia e la Matice česká in Repubblica Ceca. Queste istituzioni hanno lo scopo di preservare e promuovere gli elementi culturali e scientifici dei rispettivi popoli.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Matica srpska e la Matica hrvatska furono create quando era in voga il cosiddetto Movimento illirico, che intendeva difendere le identità culturali e nazionali dei popoli slavi sotto la dominazione ustro-ungarica.

La Matica srpska promosse l'Accordo di Novi Sad del 1960, fra filologi serbi e croati, a riguardo di un'unica norma grammaticale e ortografica comuni per la lingua serbocroata. Compilò anche un "Vocabolario della lingua letteraria serba standard" in sei volumi (1967-1976).

L'instituzione pubblica il giornale Letopis Matice srpske, uno dei più antichi del mondo, pubblicato ininterrottamente dal 1824.

La Legge della Matica Srpska (1986) regola le donazioni e le eredità, donate da benefattori e l'utilizzo dei fondi per i vari fini culturali ed educativi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Serbia Portale Serbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Serbia