Matej Černič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matej Černič
Matej Černič.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 194 cm
Peso 80 kg
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Schiacciatore
Squadra Pallavolo Matera Pallavolo Matera
Carriera
Squadre di club
1995-1997 OK Val Gorizia OK Val Gorizia
1997-1998 Zinella Bologna Zinella Bologna
1998-2002 4Torri Ferrara 4Torri Ferrara
2002-2005 Pallavolo Modena Pallavolo Modena
2005-2006 Iraklis Salonicco Iraklis Salonicco
2006-2007 Fakel Novyj Urengoj Fakel Novyj Urengoj
2007-2008 Dinamo Mosca Dinamo Mosca
2008-2009 Prisma Taranto Prisma Taranto
2009-2010 Perugia Volley Perugia Volley
2010-2011 AKS Rzeszów AKS Rzeszów
2011-2012 Callipo Vibo Valentia Callipo Vibo Valentia
2012-2013 Fenerbahçe SK Fenerbahçe SK
2013-2014 Corigliano Volley Corigliano Volley
2014- Pallavolo Matera Pallavolo Matera
Nazionale
1998- Italia Italia 172 pres.
Palmarès
Transparent.png Giochi olimpici
Argento Atene 2004
Transparent.png Campionato europeo
Oro Germania 2003
Oro Italia e Serbia e Montenegro 2005
Transparent.png World League
Bronzo Madrid 2003
Argento Roma 2004
Transparent.png Coppa del Mondo
Argento Giappone 2003
Transparent.png Grand Champions Cup
Bronzo Giappone 2005
 

Matej Černič (Gorizia, 13 settembre 1978) è un pallavolista italiano.

Gioca nel ruolo di schiacciatore nella Pallavolo Matera Bulls.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

La carriera di Matej Černič inizia nel 1995 nell'Associazione Sportiva Odbojkarški Klub Val, in Serie B2, dove gioca per due annate; nella stagione 1997-98 fa il suo esordio in Serie A1, ingaggiato dalla Zinella Volley Bologna: il 9 maggio 1998 gioca per la prima volta nella nazionale italiana in una partita contro la Polonia.

Nella stagione 1998-99 passa al 4Torri Ferrara Volley dove resta per quattro annate; con la nazionale vince la medaglia d'oro ai XIV Giochi del Mediterraneo. Nella stagione 2002-03 gioca per la Pallavolo Modena, con cui il sodalizio dura per tre stagioni, vincendo la Coppa CEV 2003-04: a questo arco di tempo corrisponde anche il periodo più prolifico in nazionale, con le vittorie al campionato europeo nell'edizione 2003 e 2005, la vittoria della medaglia d'argento ai Giochi della XXVIII Olimpiade di Atene, una medaglia di bronzo ed una d'argento alla World League 2003 e 2004, la medaglia d'argento alla Coppa del Mondo 2003 e quella di bronzo alla Grand Champions Cup 2005.

Nella stagione 2005-06 si trasferisce nel campionato greco, nel club del Iraklis Thessaloniki Volleyball Club, con cui vince la Supercoppa greca ed la Coppa di Grecia, mentre nella stagione successiva è al Volejbol'nyj Klub Fakel, nella Superliga russa, aggiudicandosi nuovamente la Coppa CEV, dove viene premiato anche come MVP. Anche nella stagione 2007-08 è nel massimo campionato russo, vestendo però la maglia del Volejbol'nyj Klub Dinamo Moskva, con cui vince lo scudetto.

Per il campionato 2008-09 ritorna in Italia ingaggiato dalla Prisma Volley di Taranto mentre in quello successivo gioca per il Perugia Volley, con cui vince la Challenge Cup. Nella stagione 2010-11 passa alla squadra polacca dell'Akademicki Klub Sportowy Rzeszów, per poi ritornare nuovamente nella Serie A1 italiana per il campionato 2011-12 con la Callipo Sport.

Nell'annata 2012-13 viene ingaggiato dal Fenerbahçe Spor Kulübü, militante nel massimo campionato turco, con cui vince la Supercoppa; nella stagione successiva, a torneo già iniziato, si trasferisce nel club italiano del Corigliano Volley, in Serie A2, categoria dove gioca anche nell'annata successiva ma con la Pallavolo Matera Bulls.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

2007-08
2005-06
2005
2012
2003-04, 2006-07, 2009-10

Nazionale (competizioni minori)[modifica | modifica sorgente]

Premi individuali[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 27 settembre 2004. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Matej Černič. URL consultato il 12 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]