Mastopessia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
mastopessia, confronto tra prima (a sinistra) e dopo a destra

Per mastopessia in campo medico, si intende un procedimento chirurgico di formazione ricostruttiva, utilizzato per sollevare le mammelle. Tale operazione può essere scelta dal soggetto quando vi è una perdita di tonicità. Dalla fine degli anni 1990 e fino al 2007 la percentuale di donne che utilizzano tale operazione è aumentata di oltre il 500%.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Dopo un'anestesia che può essere locale o totale, l'intervento chirurgico avviene tramite iniziali incisioni e con successiva rimozione della cute in eccesso, fornendo un effetto di lifting alle mammelle.

La perdita di tonicità avviene con l'età avanzata, per atrofia, ipertrofia della ghiandola mammaria,[2] l'allattamento e la gravidanza. L'intervento viene scelto anche in caso di notevole perdita di peso, fornendo alle persone risultati soddisfacenti.[3]Negli ultimi anni si stanno studiando varie tecniche di utilizzo della mastopessia, per garantire il più a lungo possibile gli effetti.[4]

Complicanze[modifica | modifica sorgente]

Essendo un'operazione chirurgica vi possono essere anche delle complicanze, fra cui: comparsa di ematomi, insorgenza di infezioni, ptosi anche se la percentuale di insorgenza è molto bassa (nessuna delle complicanze supera il 4% dei casi)[1] e per un'operazione malriuscita può risultare una successiva asimmetria mammaria e comparsa di cicatrici sul corpo. In concomitanza con l'inserimento di una protesi le complicanze aumentano, rispetto alla normale procedura.[5]

In combinazione con la mastoplastica[modifica | modifica sorgente]

Spesso si vuole utilizzare la mastopessia in combinazione con la mastoplastica per riuscire ad avere un effetto estetico migliore, questo però comporta oltre ad un serie di complicazioni,[5] anche la possibilità che l'operazione si debba rifare in seguito,[6]per ovviare a tali difetti si stanno sperimentando nuove tecniche che producono meno danni all'organismo.[7]

Recupero post-operatorio[modifica | modifica sorgente]

In seguito all'operazione la persona deve stare al riposo e non sforzarsi in alcun modo, il lavoro potrebbe essere svolto solo se non comporta alcuna attività fisica, normalmente sono necessarie almeno due settimane come periodo di recupero.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Stevens WG, Freeman ME, Stoker DA, Quardt SM, Cohen R, Hirsch EM., One-stage mastopexy with breast augmentation: a review of 321 patients in Plast Reconstr Surg., vol. 120, novembre 2007, pp. 1674-1679.
  2. ^ Segall JJ., Reduction mammoplasty and mastopexy with limited inversed T scar in Ann Chir Plast Esthet., novembre 2007.
  3. ^ Rubin JP, Khachi G., Mastopexy after massive weight loss: dermal suspension and selective auto-augmentation. in Clin Plast Surg., vol. 35, 2008, pp. 123-129.
  4. ^ de Bruijn HP, Johannes S., Mastopexy with 3D Preshaped Mesh for Long-Term Results: Development of the Internal Bra System in Aesthetic Plast Surg., maggio 2008.
  5. ^ a b Spear SL, Boehmler JH 4th, Clemens MW., Augmentation/mastopexy: a 3-year review of a single surgeon's practice. in Plast Reconstr Surg., vol. 118, dicembre 2006, pp. 136S-147S.
  6. ^ Mattioli M., Vertical mastopexy with expansion augmentation] in Aesthetic Plast Surg., 2003.
  7. ^ Gallent IM, Pons MR, Drever M., Vertical scar mastopexy with an implant in Cardiol Prat., vol. 27, 2003, pp. 406-410..

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006. ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004. ISBN 88-299-1716-8.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina