Mastomys kollmannspergeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Topo multimammato di Kollmannsperger
Immagine di Mastomys kollmannspergeri mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Mastomys
Specie M.kollmannspergeri
Nomenclatura binomiale
Mastomys kollmannspergeri
Petter, 1957
Sinonimi

M.verheyeni

Il topo multimammato di Kollmannsperger (Mastomys kollmannspergeri Petter, 1957) è un roditore della famiglia dei Muridi diffuso nell'Africa occidentale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 91 e 93 mm, la lunghezza della coda tra 70 e 91 mm, la lunghezza del piede di 23 mm e la lunghezza delle orecchie di 17 mm.[3]
Le parti superiori sono color argilla, con dei riflessi bruno-nerastri brillanti lungo la schiena. Le parti ventrali sono bianche, con la base dei peli grigia. La gola e la zona intorno ai genitali sono interamente bianche. La linea di demarcazione lungo i fianchi è netta. Le orecchie sono grandi ed interamente grigie. La coda è più corta della testa e del corpo, è scura sopra e brunastra sotto ed è ricoperta finemente di peli. Il cariotipo è 2n=38 FN=40-41.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie terricola. Si rifugia in crepacci molto stretti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa nel Niger centrale e sud-orientale, Ciad centrale e meridionale, Sudan meridionale, Nigeria nord-orientale e Camerun settentrionale.

Vive in molteplici tipi di habitat, dalle aree sabbiose, boscaglie intorno a campi coltivati, boscaglie periodicamente allagate e savane alberate.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerata l'ampia distribuzione, l'abbondanza locale, la presenza in vari tipi di habitat e la mancanza di serie minacce, classifica M.kollmannspergeri come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Granjon, L., van der Straeten, E. & Hoffmann, M. 2009, Mastomys kollmannspergeri in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Mastomys kollmannspergeri in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Petter, 1957, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • F.Petter, 1957. Remarques sur la systematique des Rattus africains et description d'une forme nouvelle de l'air. Mammalia. 21(2): 125-132.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi