Massimo Trevisan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Trevisan
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 194 cm
Peso 87 kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità stile libero e staffette
Squadra Garbagnate
Centro Sportivo Carabinieri
Palmarès
Campionati europei 1 0 0
Giochi del Mediterraneo 2 2 0
Campionati italiani 25 24 14
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 20 febbraio 2011

Massimo Trevisan (Cinisello Balsamo, 20 gennaio 1968) è un ex nuotatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Specializzato nello stile libero, ha esordito con la nazionale maggiore ai campionati mondiali di Madrid dove si è fermato in batteria nelle gare individuali ma è arrivato a nuotare la finale con la 4×200 m, arrivando ottavo con Giorgio Lamberti, Giovanni Franceschi e Fabrizio Rampazzo. L'anno dopo ha nuotato agli europei di Strasburgo di agosto in cui è stato ancora finalista nei 200 m (ottavo) e con la 4×200 m (sesto), e un mese dopo ai Giochi del Mediterraneo di Latakia ha vinto quattro medaglie: argento nei 200 e 400 m stile libero e medaglia d'oro nella 4×200 m e nella 4×100 m mista.

Sempre come staffettista è stato convocato nel 1988 ai Giochi Olimpici di Seul: la 4×200 m è entrata in finale ed è arrivata quinta con Roberto Gleria, Giorgio Lamberti e Valerio Giambalvo migliorando il primato italiano stabilito nella batteria di quasi sei secondi. Nel 1989 ha vinto ai campionati italiani primaverili i 400 m e si è ripetuto agli estivi, dove ha vinto tre titoli; tornato agli europei in agosto a Bonn è stato finalista B nei 400 m stile libero e con la staffetta 4×200 m ha ottenuto il suo più grande successo vincendo la medaglia d'oro con Roberto Gleria, Giorgio Lamberti e Stefano Battistelli.

Anche il 1990 è stato un anno positivo: ha vinto cinque volte camplessivamente ai campionati nazionali e due ori in nazionale nella Coppa Latina disputata in Messico. Poco tempo prima dei mondiali di Perth del 1991 ha dovuto interrompere la carriera per un'aritmia cardiaca[1]. Tornato nel 1992, ha vinto sette titoli italiani e si è qualificato per i Giochi oli mpici di Barcellona, dove ha nuotato in finale B nei 200 m stile libero, è stato eliminato in batteria nei 400 m e nelle staffette 4×100 m stile libero e mista ed è stato finalista con la 4×200 m, quinto con Gleria, Lamberti e Battistelli.

Nel 1993 ha vinto per la terza volta di seguito 100, 200 e 400 m stile libero ai campionati italiani; è stato due volte finalista agli europei di Sheffield, sesto nei 200 m e quarto con la 4×200 m; convocato anche ai campionati mondiali di roma del 1994 ha nuotato con la 4×200 m la sua seconda finale mondiale arrivando sesto con Piermaria Siciliano, Emanuele Idini e Alessandro Berti. Il suo ultimo anno di carriera è stato il 1995, in cui ha vinto ancora tre titoli italiani in staffeta.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giochi Olimpici 200 m st. libero 400 m st. libero 4×100 m st. libero 4×200 m st. libero 4×100 m mista
1988 Seoul
Corea del Sud Corea del Sud
--- --- --- 5º - 7'16"00
frazione: 1'49"66
---
1992 Barcellona
Spagna Spagna
4º in finale B
1'49"85
19º in batteria
3'56"35
10º - 3'23"43
frazione: 50"06
5º - 7'18"10
frazione: 1'47"97
11º - 3'44"30
frazione: 49"43
Campionati del mondo 100 m st. libero 200 m st. libero 400 m st. libero 4×100 m st. libero 4×200 m st. libero
1986 Madrid
Spagna Spagna
--- 25º in batteria
1'52"71
29º in batteria
4'06"26
--- 8º - 7'33"44
frazione: 1'54"67
1994 Roma
Italia Italia
39º in batteria
52"39
19º in batteria
1'51"60
--- --- 6º - 7'22"06
frazione: 1'49"08
Campionati europei 200 m st. libero 400 m st. libero --- 4×200 m st. libero ---
1987 Strasburgo
Francia Francia

1'51"96
--- --- 6º - 7'27"33
:
---
1989 Bonn
bandiera Germania Ovest
--- 2º in finale B
3'55"57
--- Oro: 7'15"39
frazione: 1'50"13
---
1993 Sheffield
Regno Unito Regno Unito

1'50"07
1º in finale B
3'53"71
--- 4º - 7'20"49
:
---
Giochi del Mediterraneo 200 m st. libero 400 m st. libero --- 4×200 m st. libero 4×100 m mista
1987 Latakia
Siria Siria
Argento
1'53"71
Argento
3'58"35
--- Oro: 7'35"90
:
Oro: 3'44"60
:

Altri risultati[modifica | modifica wikitesto]

Coppa latina (vengono elencate solo le gare individuali)
  • 1989, Nizza: 400 m stile libero: oro, 3'53"53
  • 1990, La Paz: 400 m stile libero: oro, 3'51"93
1500 m stile libero: oro, 15"37"82

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

15 titoli individuali e 10 in staffette, così ripartiti:

  • 4 nei 100 m stile libero
  • 3 nei 200 m stile libero
  • 7 nei 400 m stile libero
  • 1 nei 1500 m stile libero
  • 2 nella staffetta 4×100 m stile libero
  • 2 nella staffetta 4×200 m stile libero
  • 6 nella staffetta 4×100 m mista
Anno Edizione st.libero
100 m
st.libero
200 m
st.libero
400 m
st.libero
1500 m
st.libero
4×100 m
st.libero
4×200 m
mista
4×100 m
1986 Estivi - 2 - - - - -
1987 Primaverili - 2 3 3 - - -
1987 Estivi - 3 3 2 - - -
1988 Primaverili - 3 2 - - - -
1988 Estivi - 2 2 - - - -
1989 Primaverili - 2 1 - 3 3 2
1989 Estivi 1 2 1 2 3 2 1
1990 Primaverili - 2 1 1 2 1 -
1990 Estivi - 2 1 - 2 1 3
1992 Primaverili 1 1 1 - 3 2 3
1992 Estivi 1 1 1 - - 2 1
1993 Primaverili 1 1 1 - 2 2 1
1994 Estivi 2 3 - - 1 2 1
1995 Primaverili - - - - 1 2 1
1995 Estivi 2 3 - - 2 3 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aronne Anghileri, Trevisan, Cecchi, Sciorelli, Baldini i «cuori matti» del nuoto azzurro Anche la Putzer costretta al riposo in La Gazzetta dello Sport, 6 novembre 2003, p. 35. URL consultato il 22 febbraio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aronne Anghileri, Alla ricerca del nuoto perduto, Cassina de' Pecchi, SEP editrice S.R.L., 2002, vol. II. ISBN 88-87110-27-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]