Massimo Pallottino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Pallottino

Massimo Pallottino (Roma, 9 novembre 1909Roma, 7 febbraio 1995) è stato un archeologo italiano.

Fra i più noti archeologi italiani, è stato il primo docente di Etruscologia alla "Sapienza" di Roma (ma ha anche insegnato a Cagliari). A lui si deve una delle più grandi scoperte riguardo alla storia della civiltà etrusca: durante una campagna di scavo da lui diretta a Santa Severa (Santa Marinella, RM) sono state rinvenute l'8 luglio 1964 le celebri lamine di Pyrgi.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Pallottino fu allievo di Giulio Quirino Giglioli e si laureò nel 1931 con una tesi sul centro antico di Tarquinia e inizialmente effettuò diversi studi sul Tempio di Apollo a Veio. Nel 1933 diventò Ispettore per la Soprintendenza alle antichità di Roma ed assunse la direzione del Museo di Villa Giulia. In seguito, con l'approfondimento delle sue tecniche ha dato vita al concetto e all'ambito disciplinare dell'"etruscologia", fondando anche un corrispondente settore etrusco-italico presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Ha anche partecipato alla creazione dell'Istituto Nazionale di Studi Etruschi e Italici e del suo periodico "Studi Etruschi". Il suo primo saggio, Etruscologia, pubblicato per la prima volta a Milano nel 1942 (dapprima con il titolo Gli Etruschi), è stato un best-seller di ampio successo e numerose edizioni, ancora oggi apprezzato e tradotto in più lingue.

Nel 1982 ha vinto il Premio Balzan per le scienze dell'antichità per aver effettuato ricerche e scoperte di fondamentale importanza nell’ambito delle scienze dell'antichità, attraverso lo scavo di Pyrgi, il contributo all'interpretazione dell'etrusco, le indagini rivelatrici sulle origini di Roma e sui popoli dell'Italia preromana. Ha ottenuto nel 1991 il "Cavallo d'Oro di San Marco", premio internazionale del Centro Veneto di Studi e Ricerche sulle Civiltà Classiche e Orientali.

Due anni dopo la sua scomparsa, sono stati dedicati due volumi alla sua memoria e ai suoi importanti contributi accademici: Etrusca e Italica: scritti in ricordo di Massimo Pallottino. Suoi allievi sono stati tra gli altri Mario Torelli e Giovanni Colonna, entrambi grandi studiosi di etruscologia e professori ordinari di archeologia classica rispettivamente delle Università di Perugia e Roma "La Sapienza", Mauro Cristofani e Gilda Bartoloni.

Teoria della formazione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1947 Pallottino teorizza che al concetto di origine dei popoli va sostituito quello di formazione: i popoli si formano e sviluppano in maniera graduale. Tesi che conduce prima alla teoria della autoctonia e poi, portata agli estremi da altri studiosi e applicata universalmente, a quella della continuità.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Elementi di lingua etrusca, Firenze: Rinascimento del libro, 1936.
  • Tarquinia (a cura di), Milano: Hoepli, 1937; Milano: Il Saggiatore, 1959
  • Gli Etruschi, Roma: Colombo, 1939; Milano: Bompiani, 1998.
  • Civiltà romana. Arte figurativa e ornamentale, Roma: Carlo Colombo, 1940.
  • La necropoli di Cerveteri, Roma: La libreria dello Stato, 1940.
  • Etruscologia, Milano: Hoepli, 1942; 19472; 19553; 19574; 19635; 19686; 19847.
  • L'origine degli Etruschi, Roma: Tumminelli, 1947.
  • La Sardegna nuragica, Roma: Ed. del Gremio, 1950; Nuoro: Ilisso, 2000.
  • La lingua degli etruschi, Roma: Biblioteca di Storia Patria, 1951.
  • Etruscan Painting, Geneva: Skira, 1952.
  • Testimonia linguae Etruscae. Selegit recognovit et indice verborum instruxit, Firenze: La nuova Italia, 1954; 19682.
  • Art of the Etruscans (con Martin Hurlimann), London: Thames and Hudson, 1955.
  • Mostra dell'arte e della civiltà etrusca, Milano: Silvana, 1955 (catalogo della mostra di aprile-giugno 1955 al Palazzo reale di Milano).
  • Che cos'è l'archeologia, Firenze: Sansoni, 1963.
  • Civiltà artistica etrusco-italica, Firenze: Sansoni, 1971; 19852.
  • Saggi di antichità, 3 voll., Roma: G. Bretschneider, 1979.
  • Gli Etruschi e Roma: atti dell'incontro di studio in onore di Massimo Pallottino, Roma 11-13 dicembre 1979, Roma: G. Bretschneider, 1981.
  • Genti e culture dell'Italia preromana, Roma: Jouvence, 1981.
  • Storia della prima Italia, Milano: Rusconi, 1984.
  • Origini e storia primitiva di Roma, Milano: Rusconi, 1993.
  • Etrusca et Italica: scritti in ricordo di Massimo Pallottino, 2 voll., Pisa-Roma: Istituti editoriali e poligrafici internazionali, 1997.
  • Gli Etruschi, Milano: Bompiani, 1998.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44303365 LCCN: n80086730 SBN: IT\ICCU\CFIV\011692