Massacro di Port Arthur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°08′12″S 147°51′10″E / 43.136667°S 147.852778°E-43.136667; 147.852778

Massacro di Port Arthur
Tasmanian town locator PortArthur.png
Posizione di Port Arthur
Stato Australia Australia
Luogo Port Arthur
Obiettivo Passanti
Data 28-29 aprile 1996
11:45 – 8:00
Tipo Omicidio di massa
Morti 35
Feriti 24 (compreso Martin Bryant)
Responsabili Martin Bryant
Motivazione ricerca di attenzione

Il massacro di Port Arthur è una strage avvenuta nella località di Port Arthur nel Port Arthur Historic Site, nello stato australiano della Tasmania, il 28 e il 29 aprile 1996: Martin Bryant, originario di un sobborgo di Hobart, uccise a colpi d'arma da fuoco 35 persone e ne ferì altre 21, in varie località della cittadina; catturato dalla polizia il giorno seguente, fu condannato a 35 ergastoli e detenuto nella prigione di Risdon.

Viene considerato come uno dei più sanguinosi massacri compiuti a colpi d'arma da fuoco da parte di una singola persona.

Panorama del Port Arthur Historic Site a Port Arthur (Tasmania), luogo della strage del 1996.

Morti[modifica | modifica wikitesto]

Lista delle persone uccise e la loro età

  • Winifred Joyce Aplin, 58
  • Walter John Bennett, 66
  • Nicole Louise Burgess, 17
  • Sou Leng Chung, 32
  • Elva Rhonda Gaylard, 48
  • Zoe Anne Hall, 28
  • Elizabeth Jayne Howard, 26
  • Mary Elizabeth Howard, 57
  • Mervyn John Howard, 55
  • Ronald Noel Jary, 71
  • Tony Vadivelu Kistan, 51
  • Leslie Dennis Lever, 53
  • Sarah Kate Loughton, 15
  • David Martin, 72
  • Noelene Joyce Martin, 69
  • Pauline Virjeana Masters, 49
  • Alannah Louise Mikac, 6
  • Madeline Grace Mikac, 3
  • Nanette Patricia Mikac, 36
  • Andrew Bruce Mills, 49
  • Peter Brenton Nash, 32
  • Gwenda Joan Neander, 67
  • Moh Yee Willing Ng, 48
  • Anthony Nightingale, 44
  • Mary Rose Nixon, 60
  • Glen Roy Pears, 35
  • Russell James Pollard, 72
  • Janette Kathleen Quin, 50
  • Helene Maria Salzmann, 50
  • Robert Graham Salzmann, 58
  • Kate Elizabeth Scott, 21
  • Kevin Vincent Sharp, 68
  • Raymond John Sharp, 67
  • Royce William Thompson, 59
  • Jason Bernard Winter, 29

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bingham, M (1996) Suddenly One Sunday. Sydney: Harper Collins
  • Ludeke, M (2006) Ten Events Shaping Tasmania's History. Hobart: Ludeke Publishing
  • Scott, M (1996) Port Arthur: A Story of Strength and Courage. Australia: Random House

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Australia Portale Australia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Australia