Maso da San Friano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Madonna col Bambino, Museo dell'Opera del Duomo, Prato

Maso da San Friano, nato Manzuoli (15311571), è stato un pittore italiano, artista del tardo manierismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Vasari, Maso fu allievo di Pier Francesco Foschi, mentre, secondo il Borghini, di Carlo Portelli.

La pala con la Visitazione, dipinta nel 1560 per la chiesa di San Pier Maggiore a Firenze rappresenta la conclusione della sua fase giovanile e vi sono evidenti le derivazioni dal Rosso Fiorentino.

Dopo il 1561 dipinse l’Assunzione di Ognissanti, e I'Incontro di Gioacchino e Anna in Santa Felicita, che attestano l’affermazione del pittore nell’ambiente fiorentino, confermata dalla sua partecipazione agli apparati per le esequie di Michelangelo nel 1564 e per le nozze di Francesco I de' Medici e Giovanna d’Austria nel 1565.

Il suo percorso si chiude con la partecipazione alla decorazione dello Studiolo di Francesco I nel 1571, per cui dipinge i due pannelli con Dedalo e Icaro e le Miniere di diamanti. Qui, come nelle pale d’altare e nei dipinti di piccolo formato il linguaggio di Maso è sempre attento agli effetti della luce, spesso visionaria, che sfida le figure, e si accosta nei risultati ai principi di comunicativa e di decoro ispirati dalla Controriforma.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]